Infiammazione epatica del fegato ridotta da specifiche cellule immunitarie
Salute

Infiammazione epatica del fegato ridotta da specifiche cellule immunitarie

Epatite infiammazione del fegato può essere ridotto da specifiche cellule immunitarie. Un nuovo studio dei ricercatori belgi riferisce che un tipo specifico di cellule immunitarie nel fegato può attenuare la risposta immunitaria, ridurre l'infiammazione e proteggere dal danno epatico.

I ricercatori di Vrije Universiteit Brussel, Belgio, hanno usato topi per esplorare il ruolo dei monociti cellule che aiutano a combattere le infezioni - nella lotta contro l'infiammazione del fegato. Nel caso dei topi, i ricercatori si sono concentrati sui parassiti dei tripanosomi perché spesso portano a un'infiammazione del fegato.

Ci sono due tipi di monociti : monociti positivi a Ly6c e monociti negativi a Ly6c

Quando il topi vennero infettati da parassiti tripanosoma, inizialmente più monociti positivi al Ly6c viaggiarono al fegato infetto, ma i monociti negativi al Ly6c seguirono pure.

I ricercatori scoprirono che i monociti positivi al Ly6c aumentavano l'infiammazione e promuovevano danni al fegato, mentre il negativo Ly6c i monociti riducevano l'infiammazione e prevenivano ulteriori danni al fegato. Questo dimostra che i monociti negativi al Ly6c possono funzionare come protezione del fegato.

I ricercatori ora dicono che un mezzo per prevenire l'infiammazione del fegato può derivare dal cambiamento dei monociti negativi al Ly6c nel corpo. Una terapia aumenterebbe il loro numero o la loro funzione per proteggere il fegato.

Cos'è l'infiammazione del fegato?

L'infiammazione del fegato si verifica quando il fegato si danneggia o le cellule vengono attaccate da un virus o da abitudini di vita. L'epatite si riferisce all'infiammazione del fegato e l'alcol, i cibi grassi e le tossine possono anche causare infiammazione del fegato.
Esistono alcuni tipi di epatite - A, B, C, D ed E - e in base a quello che hai, che determina la gravità e le opzioni di trattamento. Le epatiti A e B sono più comuni e i vaccini sono prontamente disponibili per prevenirne l'insorgenza.
Se non trattata, l'infiammazione del fegato può causare il malfunzionamento del fegato e portare a malattie epatiche o insufficienza epatica.

Tipo di epatite

Modalità di trasmissione

Incubazione
periodo

Sintomi

Prevenzione

Epatite A
(HAV)

Cibo e acqua contaminati

da 15 a 50 giorni, media
28 giorni

Ittero (ingiallimento
della pelle e del bianco degli occhi)
Febbre
Inappetenza
Affaticamento
Urina scura
Dolore articolare
Addominale dolore
Diarrea
Nausea
Vomito

Esiste un vaccino HAV sicuro

Epatite B
(HBV)

Sangue infetto, sesso e aghi
Da un infetto madre al suo neonato

da 60 a 150 giorni, in media 90 giorni

Esiste un vaccino HBV sicuro

Epatite C
(HCV)

Sangue infetto e aghi

da 14 a 180 giorni, in media 45 giorni

Non esiste un vaccino.

Epatite D
(HDV)

Deve un Ha già l'epatite B
Sangue, sesso e aghi infetti
Da una madre infetta al suo neonato

Dolore addominale
Urina scura
Affaticamento
Ittero
Dolore articolare
Perdita di appetito
Nausea
Vomito

Prendi il vaccino contro l'epatite B.

Epatite E
(HEV)

Acqua contaminata

Febbre
Fatica
Perdita di appetito
Nausea
Vomito
Dolore addominale
Ittero
Urina scura
Feci color argilla
Dolori articolari

Non esiste un vaccino.

Rif: //www.hepb.org/hepb/abc.htm, //www.immunize.org/catg.d/p4075.pdf, //www.cdc.gov/hepatitis/hev/ hevfaq.htm, //www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000216.htm

Infiammazione del virus Cause e fattori di rischio

Come accennato, l'infiammazione del fegato è una forma di epatite e così può svilupparsi in numerosi modi:

  • Infezioni virali
  • Epatite alcolica
  • Intossicazione da farmaci o sostanze chimiche
  • Infezioni batteriche che possono alterare la funzione del fegato

Un fegato infiammato lo ione che dura per sei mesi o meno è considerato acuto. Quando dura più a lungo, diventa un'infiammazione cronica.

I fattori di rischio per l'infiammazione del fegato includono:

  • Abuso di alcol
  • Consumo di acqua contaminata
  • Contatto con elementi infetti da epatite
  • Esposizione a sangue o altri liquidi corporei
  • Esposizione a aghi contaminati, aghi per tatuaggi
  • Contatto sessuale con una persona con epatite
  • In viaggio verso paesi con acqua o cibo contaminati e scarsa igiene

Consigli per la prevenzione dell'infiammazione del fegato

Mentre questa nuova scoperta può richiedere anni per materializzarsi, rivela pietre miliari verso la protezione del fegato. Nel frattempo, ci sono mezzi naturali per prevenire l'infiammazione del fegato che puoi iniziare a fare subito:

  • Prendi i vaccini per l'epatite A e B
  • Lavati le mani dopo aver usato il bagno e maneggiato il cibo
  • Usa i preservativi
  • Evitare l'acqua del rubinetto in paesi stranieri
  • Non condividere articoli per l'igiene personale
  • Ridurre il consumo di alcol

Seguire questi suggerimenti può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare epatite e promuovere un fegato sano. Mangiare cibi adatti al fegato può aiutare anche: verdure a foglia verde, agrumi e carni magre possono favorire la funzionalità epatica per garantire che continui a funzionare al meglio. Abitudini come fumare, mangiare troppa carne rossa e mangiare cibi trasformati semplicemente appesantiscono il fegato, rendendo più difficile il funzionamento.

Il fegato è l'unico organo in grado di rigenerarsi - ma se il tuo fegato è malato e stanco, semplicemente non può farlo correttamente. Prendere le misure giuste per la protezione del fegato è la chiave per una salute più sana.

Lettura correlata:

Grasso saturo legato a malattie del fegato negli obesi
L'incidenza della steatoepatite non alcolica (NASH) è in aumento. Circa 15 anni fa solo il 4% dei pazienti sottoposti a trapianto di fegato erano pazienti NASH. Oggi quel numero è salito al 20% e nei prossimi 15 anni, grazie ai progressi dell'epatite C, si prevede che diventerà la ragione numero 1 per i trapianti di fegato.

Il diabete può combattere il fegato grasso

Una nuova ricerca ha trovato che un farmaco per il diabete di tipo 2 può essere utile nel combattere la malattia del fegato grasso in alcuni pazienti. I risultati, dall'Università di Birmingham, suggeriscono che il farmaco per il diabete può offrire un nuovo trattamento per i pazienti con malattia del fegato grasso - dove attualmente non esiste un trattamento autorizzato.

Fonti:
//www.healthgrades.com/ destra-care / digestivo-salute / fegato-infiammazione-cause
//www.sciencedaily.com/releases/2015/05/150528142804.htm

Nuova scoperta alla Cornell University potrebbe scoprire nuove opzioni di trattamento della tubercolosi
Flessibilità sul luogo di lavoro utile per i dipendenti

Lascia Il Tuo Commento