Rischio di insufficienza cardiaca e attacchi di cuore in persone con insonnia: Studio
Salute

Rischio di insufficienza cardiaca e attacchi di cuore in persone con insonnia: Studio

L'insufficienza cardiaca e l'attacco cardiaco aumentano nei soggetti con insonnia. Lo studio ha seguito 54.279 persone di età compresa tra 20 e 89 anni per oltre 11 anni. I ricercatori hanno scoperto che i malati di insonnia avevano un rischio tre volte maggiore di insufficienza cardiaca e rischio di attacco cardiaco rispetto a quelli senza i sintomi del disturbo del sonno.

Il ricercatore Dr. Lars Laugsand ha spiegato, "Abbiamo correlato il rischio di insufficienza cardiaca a tre principali sintomi di insonnia, tra cui problemi nell'addormentarsi, problemi nel rimanere addormentato e non svegliarsi sentendosi riposati al mattino. Nel nostro studio, abbiamo scoperto che le persone che soffrono di insonnia hanno aumentato il rischio di avere insufficienza cardiaca. Quelli che hanno riportato contemporaneamente la sofferenza di tutti e tre i sintomi dell'insonnia erano a un rischio considerevolmente più alto di quelli che non avevano sintomi o solo uno o due sintomi. "

" Non sappiamo se l'insufficienza cardiaca sia realmente causata dall'insonnia, ma se lo è, l'insonnia è una condizione potenzialmente trattabile utilizzando strategie come seguire semplici raccomandazioni riguardanti le abitudini del sonno (spesso indicate come l'igiene del sonno) e diverse terapie psicologiche e farmacologiche. La valutazione dei problemi del sonno potrebbe fornire ulteriori informazioni che potrebbero essere utilizzate nella prevenzione dell'insufficienza cardiaca, " ha continuato.

Dr. Laugsand ha sottolineato che sono necessarie ulteriori ricerche per esplorare l'associazione tra insonnia e insufficienza cardiaca o infarto. "Non è ancora chiaro il motivo per cui l'insonnia è collegata a un più alto rischio di insufficienza cardiaca. Abbiamo alcune indicazioni che potrebbe esserci una causa biologica, e una possibile spiegazione potrebbe essere che l'insonnia attivi le risposte allo stress nel corpo che potrebbero influenzare negativamente la funzione cardiaca. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per trovare i possibili meccanismi per questa associazione. "

Ai partecipanti allo studio è stato chiesto quali sono le loro abitudini di sonno. Dopo essersi adeguati ad altri fattori che potrebbero influenzare i risultati, i ricercatori hanno scoperto che avere problemi ad addormentarsi o non avere un sonno ristoratore era associato ad un più alto rischio di insufficienza cardiaca. Inoltre, più sintomi di insonnia sono stati sperimentati da una persona, maggiore è il rischio per il loro cuore.

Gli autori hanno scritto in conclusione, "Abbiamo riscontrato un moderato aumento del rischio correlato ai sintomi individuali dell'insonnia. Tuttavia, il rischio tra quelli con tutti e tre i sintomi dell'insonnia contemporaneamente era particolarmente elevato anche dopo aggiustamento per fattori di rischio cardiovascolare stabiliti e sofferenza psicologica. Questo risultato può essere interpretato come suggerendo che la compromissione di alcuni aspetti del sonno può essere in qualche modo compensata e l'effetto netto sulla malattia cardiovascolare può essere limitato. Ad esempio, avere difficoltà ad addormentarsi potrebbe essere compensato da una profondità soddisfacente e una buona continuità del sonno. Tuttavia, se l'inizio del sonno è scarso e combinato con risvegli ripetuti e sonno superficiale, potrebbero non esserci meccanismi di compensazione. "

La mancanza di sonno aumenta il rischio di malattie cardiache

La mancanza di sonno può aumentare notevolmente il rischio di malattie cardiache. Scioccato? Non dovresti esserlo, poiché il sonno insufficiente è stato collegato a una serie di seri problemi di salute. In effetti, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) avverte che la mancanza di sonno è dannosa quanto il fumo e persino la prolungata seduta.

Nell'ultimo studio, 657 uomini dalla Russia sono stati osservati attentamente per monitorare la loro qualità del sonno e il loro rischio di malattie cardiache. Nel corso di 14 anni, sono stati registrati casi di infarto e ictus dai partecipanti.

I ricercatori hanno scoperto che quegli uomini che hanno riportato episodi di disturbi del sonno avevano un aumentato rischio di infarto - fino a 2,6 volte più alti di quelli che non ha avuto problemi di sonno.

Inoltre, il rischio di ictus è quadruplicato rispetto agli uomini senza disturbi del sonno.

Poiché le malattie cardiache, in particolare, sono una delle principali cause di morte in tutto il mondo, queste scoperte sono piuttosto utili. Comprendere la connessione tra sonno e malattie cardiache può quindi aiutarci a trovare i mezzi per migliorare la salute del cuore e ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiache. Il messaggio da portare a casa qui è che la salute del cuore inizia con un buon riposo notturno.

Ridurre il consumo di calorie rallenta l'invecchiamento: Studio
Il rischio di cancro diminuisce a causa di questo

Lascia Il Tuo Commento