Mese di invecchiamento sano: trauma cranico, traumatismo cerebrale, incontinenza, PTSD e obesità
Salute

Mese di invecchiamento sano: trauma cranico, traumatismo cerebrale, incontinenza, PTSD e obesità

September è il mese dell'invecchiamento sano, quindi presentiamo una selezione dei nostri articoli che trattano l'invecchiamento e le condizioni di salute legate all'età, tra cui commozioni cerebrali, lesioni cerebrali traumatiche, incontinenza, PTSD e obesità.

L'invecchiamento è una parte inevitabile della vita, ma il modo in cui invecchi è davvero sotto il tuo controllo. Partecipare a uno stile di vita sano può aiutarti ad invecchiare più facilmente.

La commozione cerebrale (trauma cranico) e l'impatto sulla testa possono accelerare l'invecchiamento cerebrale

La commozione cerebrale (trauma cranico) e l'impatto sulla testa possono accelerare l'invecchiamento cerebrale. Una commozione cerebrale è una lesione cerebrale traumatica che altera il modo in cui funziona il cervello. Gli effetti della commozione cerebrale sono di solito temporanei, ma il trauma cranico continuo o la mancanza di guarigione possono avere effetti duraturi.

A parte un colpo diretto alla testa, le commozioni possono verificarsi anche quando la testa e la parte superiore del corpo vengono aggredite in modo aggressivo. Alcuni sintomi di commozione cerebrale comprendono mal di testa, problemi di concentrazione, problemi di memoria, problemi di equilibrio e coordinazione e perdita di coscienza.

Se si prendono le dovute precauzioni, una persona può riprendersi completamente da una commozione cerebrale, ma è importante evitare incidenti futuri complicanze.

Salute del tratto urinario e della vescica: effetti dell'invecchiamento e dell'incontinenza

La salute della vescica e delle vie urinarie è una questione importante, soprattutto con l'avanzare dell'età. L'invecchiamento può avere un impatto significativo sulla vescica e l'uretra, quindi è importante comprendere questi cambiamenti per evitare complicazioni e sapere come affrontarli.

Il declino della funzione renale inizia già all'età di 40 anni. Anche la vescica e l'uretra subiscono alcuni cambiamenti legati all'età, come la diminuzione del volume massimo di urina che la vescica è in grado di trattenere. La capacità di trattenere l'urina può anche avere un impatto negativo, aumentando il rischio di perdite di urina. Anche la velocità di rilascio delle urine inizia a rallentare.

Le donne accusano problemi di salute urinaria legati all'età più comunemente degli uomini. La gravidanza e il parto giocano un ruolo importante qui. Inoltre, quando le donne colpiscono la menopausa, i loro livelli di estrogeni iniziano a cadere e queste fluttuazioni ormonali non sempre passano inosservate per la salute del tratto urinario.

Disturbo post-traumatico da stress (PTSD) nei veterani può portare ad un invecchiamento accelerato rischio di morte precoce

Disturbo da stress post-traumatico (PTSD) nei veterani può portare ad un invecchiamento accelerato e aumenta il rischio di morte precoce. Il DPTS è un disturbo psicologico associato a trauma grave, che contribuisce a depressione, ansia, disturbi alimentari e abuso di sostanze. Il PTSD può colpire chiunque abbia vissuto un trauma, ma spesso è particolarmente associato ai veterani che tornano dalla guerra.

I ricercatori dell'Università della California, San Diego School of Medicine e Veterans Affairs San Diego Healthcare System hanno scoperto che PTSD non solo colpisce l'individuo mentalmente, ma può anche accelerare l'invecchiamento e aumentare il rischio di morte prematura.

L'autore senior Dilip V. Jeste ha dichiarato: "Questo è il primo studio di questo tipo a collegare PTSD, un disturbo psicologico senza genetica base, che è causata da stress esterno, traumatico, con effetti sistemici a lungo termine su un processo biologico di base come l'invecchiamento. "

L'obesità innesca l'invecchiamento prematuro del cervello

Essere sovrappeso o obesi è stato legato a un numero di risultati negativi sulla salute già, quindi non sorprende che le ultime scoperte abbiano scoperto ancora un altro effetto collaterale dell'obesità: fa male al cervello. I risultati dello studio suggeriscono che essere sovrappeso o obesi può innescare un invecchiamento precoce del cervello di mezza età. Lo studio ha esaminato l'impatto del peso extra sulla sostanza bianca del cervello che facilita la comunicazione intracerebrale.

La materia bianca è nota per ridursi con l'età, ma lo studio ha rilevato che la quantità di sostanza bianca in un 50enne sovrappeso era simile a quello di un individuo magro di 60 anni.

L'autrice principale, Lisa Ronan, ha dichiarato: "L'obesità è associata a una serie di processi biologici che si osservano nel normale invecchiamento. E, pertanto, abbiamo ipotizzato che l'obesità possa in realtà aggravare gli effetti dell'invecchiamento che vediamo nel cervello. Questo è ciò che abbiamo trovato. "

Mantenere l'allarme cerebrale e attivo è la chiave per una sana mente d'invecchiamento

Mantenere una mente sana e invecchiata è una delle maggiori sfide che le autorità sanitarie stanno affrontando l'aumento. Secondo i ricercatori, il modo più semplice ed efficace per mantenere la mente sana è di affrontare una nuova sfida mentale come trapuntatura, ricamo a punto croce, pittura o persino fotografia digitale. Questi tipi di attività mantengono la vitalità cognitiva. I risultati dello studio sono disponibili in Neurologia del restauro e Neuroscienze.

Mentre questa precedente evidenza suggerisce che l'impegno nell'arricchire attività di vita e altre attività piacevoli può essere associato al mantenimento della vitalità cognitiva, non c'era alcuna scienza dietro la comprensione. Era sempre una relazione causa-effetto. Il meccanismo di come queste attività migliorano il miglioramento cognitivo è sempre stato poco compreso.

Le complicanze del piede diabetico portano a compromissione della funzione cognitiva
Strategie provate e vere per trattare il dolore articolare

Lascia Il Tuo Commento