Il trattamento del glaucoma può potenzialmente aiutare a prevenire la malattia di Alzheimer: Nuova ricerca
Organi

Il trattamento del glaucoma può potenzialmente aiutare a prevenire la malattia di Alzheimer: Nuova ricerca

Il trattamento del glaucoma può avere un potenziale aiuto nel prevenire Morbo di Alzheimer, secondo una nuova ricerca. Lo studio è stato condotto su ratti utilizzando il farmaco glaucoma brimonidina, che ha lo scopo di abbassare la pressione oculare. Lo studio ha scoperto che questo farmaco riduce anche la formazione di proteine ​​amiloidi - che si ritiene siano legate alla malattia di Alzheimer - nella retina.

I pazienti con malattia di Alzheimer hanno spesso accumulo di amiloide nelle loro retine, quindi i ricercatori hanno ipotizzato che la retina potesse essere un'estensione del cervello che potrebbe aiutare a ottenere maggiori informazioni sulla patogenesi della malattia di Alzheimer.

I ricercatori hanno scoperto che la brimonidina diminuiva la neurodegenerazione delle cellule nella retina abbassando i livelli di proteina amiloide. A quanto pare, il farmaco promuove la protezione di una proteina alternativa - una sostanza non tossica - innocua per le cellule nervose.

Capo dello studio Prof. Francesca Cordeiro ha spiegato, "I risultati del nostro studio non potevano sono giunti in un momento più significativo e importante, data l'accresciuta prevalenza della malattia di Alzheimer. Dato che viviamo più a lungo, ci sarà una crescente domanda di terapie che possano aiutare a sfidare questa malattia estremamente dannosa e crediamo che i nostri risultati possano dare un contributo importante. "

Correlati: Glaucoma: rimedi casalinghi naturali e dieta

gene comune Per la malattia di Alzheimer e la cataratta trovata

La cataratta e la malattia di Alzheimer sono state trovate legate a un gene comune. Entrambe le condizioni sono correlate all'età, ma le ultime scoperte ora le collegano attraverso un gene comune.

I ricercatori hanno esaminato la risonanza magnetica cerebrale dei partecipanti alla coorte Framingham Offspring Eye Study. I ricercatori hanno trovato una forte correlazione tra la cataratta corticale e la degenerazione cerebrale correlata al morbo di Alzheimer. Particolarmente colpito è stato il volume del corno temporale, una parte del cervello che è comunemente ingrandita nella malattia di Alzheimer. La cataratta corticale era anche associata a prestazioni peggiori nei test cognitivi.

Uno studio di associazione genome-wide ha esaminato circa 190.000 polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) o variazioni di sequenza del DNA. I ricercatori hanno scoperto tre specifici SNP intronici nella codifica del gene di una proteina essenziale nell'adesione delle cellule e nella formazione delle strutture connettive.

L'autore senior Lindsay A. Farrer ha detto, "Anche se rimane molto lavoro da fare, un collegamento tra la cataratta e la malattia di Alzheimer supportano l'idea di un approccio sistemico, piuttosto che limitato al cervello, per i processi che portano alla malattia di Alzheimer. Questo studio dà speranza che ci stiamo muovendo verso una diagnosi precoce e nuovi obiettivi di trattamento per questa malattia debilitante. "

Il rischio di demenza può aumentare con l'esposizione generale all'anestesia nei pazienti anziani: Studio
Lavorare più di 39 ore a settimana mette a rischio la salute

Lascia Il Tuo Commento