Demenza frontotemporale (FTD), i lavori impegnativi possono migliorare il tasso di sopravvivenza
Organi

Demenza frontotemporale (FTD), i lavori impegnativi possono migliorare il tasso di sopravvivenza

La demenza frontotemporale (FTD) è un gruppo di disturbi categorizzati dalla progressiva perdita di cellule nervose all'interno dei lobi frontali del cervello (che si trovano direttamente dietro la fronte) o dei lobi temporali (aree dietro le orecchie). Quando le cellule nervose si perdono in queste aree del cervello, il comportamento e la personalità possono iniziare a deteriorarsi insieme ai cambiamenti del linguaggio e ai cambiamenti delle funzioni muscolari o motorie.

Esistono tre principali tipi di FTD tra cui la demenza frontotemporale variante di comportamento (bvFTD), afasia progressiva primaria (PPA) e disturbi della funzione motoria. La variante della demenza frontotemporale comportamentale porta principalmente a cambiamenti nella personalità e nel comportamento e generalmente si verifica negli individui tra i 50 e i 60 anni. La perdita di cellule nervose nella bvFTD è principalmente visibile nelle aree del cervello che controllano la condotta, il giudizio, l'empatia, la lungimiranza e altre abilità.

L'afasia progressiva primaria influenza in gran parte il linguaggio, la parola, la scrittura e la comprensione. Il PPA può essere suddiviso in due aree: variante semantica del PPA e variante nonfluente / agrammatica del PPA. Nella variante semantica si perde la capacità di una persona di comprendere o formulare parole. Nel linguaggio nonfluente / agrammatico è esitante, laborioso e sgrammaticato.

Infine, i disturbi della funzione motoria consistono in tre disturbi che fanno parte dello spettro di degenerazione frontotemporale che influisce sulla funzione motoria e muscolare. I tre disordini sono la sclerosi laterale amiotrofica (ALS), la sindrome corticobasale e la paralisi sopranucleare progressiva (PSP).

Le persone con lavori impegnativi possono vivere più a lungo dopo lo sviluppo della demenza frontotemporale

Nuovi risultati suggeriscono che le persone con lavori impegnativi possono vivere più a lungo dopo aver sviluppato FTD. L'autrice dello studio, Lauren Massimo, ha dichiarato: "Questo studio suggerisce che avere un livello lavorativo più elevato protegge il cervello da alcuni degli effetti di questa malattia, permettendo alle persone di vivere più a lungo dopo aver sviluppato la malattia."

I risultati supportano il " teoria della "riserva cognitiva" che afferma che più educazione e più alta occupazione e attività mentale costruiscono connessioni nel cervello che la proteggono dalle malattie. "Le persone con demenza frontotemporale vivono tipicamente da 6 a 10 anni dopo la comparsa dei sintomi, ma poco è stato noto come i fattori contribuiscono a questo intervallo. "

I ricercatori hanno esaminato le cartelle cliniche di 83 persone sottoposte a un'autopsia post-morte per confermare la diagnosi di FTD o malattia di Alzheimer - è stata registrata anche la storia lavorativa dal basso a elevato in base alla domanda, il più basso tra gli operatori commerciali e gli addetti alle vendite e il più alto erano gli avvocati e gli ingegneri.

Trentaquattro persone avevano una diagnosi di FTD aveva avuto un erage life span with it per sette anni. Quelli con impieghi più impegnativi e impegnativi vissero più a lungo rispetto a quelli con la domanda più bassa.

Sebbene i risultati suggeriscano una connessione tra occupazione e FTD non è stata osservata alcuna associazione tra FTD e Alzheimer.

Cause di demenza frontotemporale

Non esiste una causa specifica per FTD in quanto è una raccolta di molte malattie che contribuiscono alla perdita delle cellule nervose. Nella maggior parte dei casi di FTD non si trova mai una causa, ma nel 15-40% dei casi si è scoperto che l'ereditarietà ha un ruolo.

Quando i geni sono la causa dell'FTD, spesso si tratta di una mutazione genetica che causa il gene ad agire in modo anomalo. Di seguito è riportato un elenco di geni che hanno dimostrato di svolgere un ruolo nell'insorgenza dell'FTD.

  • PGRN gene - porta a una minore produzione di progranulina che causa TDP-43 ad agire anormalmente
  • gene Tau (gene MAPT) - una mutazione nella proteina tau che aggroviglia e distrugge le cellule cerebrali
  • Geni VCP, CHMP2B, TARDBP e FUS - parte di rari tipi familiari di FTD
  • C9ORF72 gene - comune mutazione genetica dell'FTD familiare

Sintomi comuni della demenza frontotemporale

I sintomi dell'FTD possono variare notevolmente da ogni persona dipende da quali aree del cervello sono interessate. Tipicamente, la perdita di nervi nel lobo frontale del cervello influisce sul comportamento e la perdita di nervi nel lobo temporale colpisce principalmente il linguaggio e le emozioni.

I sintomi comuni della demenza frontotemporale includono:

  • Problemi di pianificazione ed esecuzione, definizione delle priorità, multitasking e comportamento di autocontrollo
  • Ripetute attività o parole
  • Comportamento impulsivo e comportarsi in modo inappropriato, ad esempio ridere a un funerale
  • Mangiare compulsivamente
  • Comportamento impulsivo per protendersi e afferrare cose nella loro linea di visione
  • Incapacità di comprendere o usare le parole ma parlare è normale (afasia)
  • Incapacità di parlare correttamente ma il messaggio è normale (disartria)
  • Apatico
  • Modifiche emotive
  • Modifiche alle interazioni sociali - incapacità di "leggere" segnali sociali e comprensione delle relazioni
  • Postura anomala della parte del corpo
  • Anormalità con deambulazione e frequenti cadute
  • Tremori
  • Perdita di coordinazione
  • Goffaggine
  • Debolezza muscolare e crampi

Differenziale chiave nz tra FTD e Alzheimer

Sebbene FTD e morbo di Alzheimer possano condividere sintomi simili, vi sono alcune differenze chiave che distinguono una condizione dall'altra. Le differenze tra FTD e morbo di Alzheimer sono:

  • Età: FTD viene comunemente diagnosticata tra i 40 ei 60 anni e la diagnosi di Alzheimer si manifesta più spesso con l'invecchiamento.
  • Perdita di memoria: Generalmente osservata in Alzheimer precoce e non in anticipo
  • Modifiche del comportamento: più evidenti con bvFTD in tutte le fasi e possono essere presenti solo nella successiva malattia di Alzheimer.
  • Problemi del linguaggio: i malati di Alzheimer hanno meno difficoltà a parlare anche se possono avere difficoltà a pensare parola da dire. In alcuni FTD i problemi del linguaggio sono più evidenti.
  • Allucinazioni e delusione: più frequenti nella malattia di Alzheimer, raramente osservati nell'FTD.

Cambiamenti di trattamento e stile di vita per demenza frontotemporale

Non esiste attualmente una cura per FTD ma lì sono modi per gestire i sintomi con l'aiuto di un team di specialisti. La prima parte della gestione dei sintomi è gestendo il comportamento. Gestire il comportamento può implicare non discutere con una persona, avvicinarsi con calma e capire da sé che è la malattia che ha creato un nuovo comportamento e non è imputabile al singolo.

Altri suggerimenti sono di porre domande chiuse a evitare l'apatia, ad esempio, invece di chiedere "cosa vuoi fare oggi?" essere più specifico e chiedere "vuoi andare al centro commerciale o al cinema?"

Trattare problemi di linguaggio e linguaggio può comportare l'aiuto di un esperto linguistico / linguistico. Questo individuo può lavorare con il paziente per sviluppare modi efficaci per comunicare nel frattempo aiutandoli a preservare la propria lingua.

Per i sintomi di movimento e mobilità, l'esercizio fisico e la terapia fisica possono essere utili per combattere la rigidità e i crampi muscolari. Il paziente può anche scegliere di spostarsi con un dispositivo di assistenza come una lattina o un deambulatore al fine di preservare l'equilibrio e prevenire le cadute.

Anche i farmaci possono essere utili per trattare i sintomi associati all'FTD. I farmaci comuni prescritti ai pazienti affetti da FTD includono antidepressivi e antipsicotici al fine di gestire meglio l'umore e il comportamento.

Fino a quando la demenza frontotemporale si manifesta solo quando possiamo iniziare a lavorare più vicino a una potenziale cura. Nel frattempo, lavorare con medici, infermieri e specialisti può aiutare ad alleviare i sintomi e migliorare la qualità della vita per il paziente.

Le cose più grossolane sui pasti per le vacanze
I pazienti con malattia di Alzheimer con malattia gengivale (parodontite) mostrano tassi più alti di declino cognitivo: Studio

Lascia Il Tuo Commento