Fegato grasso e sua associazione bi-direzionale con malattie cardiache: Studio
Salute

Fegato grasso e sua associazione bi-direzionale con malattie cardiache: Studio

È stato riscontrato che l'epatite grasso e le cardiopatie hanno un'associazione bidirezionale. I ricercatori hanno scoperto che non solo la malattia del fegato grasso può aumentare il rischio di malattie cardiache, ma l'associazione funziona anche in senso inverso, il che significa che le malattie cardiache possono aumentare il rischio di fegato grasso. aumento mentre i tassi di obesità stanno salendo.

La malattia del fegato grasso è diventata la forma più comune di malattia epatica, che colpisce il 20-30% degli adulti. L'obesità è un fattore di rischio non solo per la malattia del fegato grasso, ma per le malattie cardiache, pure. Precedenti studi hanno trovato un'associazione tra le due condizioni, ma non era chiaro se fosse una malattia del fegato grasso che causava malattie cardiache - o malattie cardiache che causavano una malattia del fegato grasso. Lo studio ha rilevato che i pazienti con malattia epatica presentavano più fattori di rischio per le malattie cardiache, come il diabete e l'ipertensione. D'altra parte, quelli con questi fattori di rischio di malattia cardiaca erano a maggior rischio di sviluppare malattie del fegato.

La corrispondente autore Michelle Long ha spiegato

, "Nel nostro studio, abbiamo osservato un'associazione bidirezionale tra fegato grasso e malattia cardiovascolare. Abbiamo osservato che il fegato grasso era un fattore importante nello sviluppo della pressione alta e del diabete, e anche il contrario è vero - varie malattie cardiovascolari sono state associate allo sviluppo della malattia del fegato in sei anni. " Opzioni di trattamento per i grassi malattie epatiche e cardiovascolari negli anziani

Esistono abitudini di vita che possono migliorare non solo la malattia del fegato grasso, ma anche le malattie cardiovascolari. Questi includono perdere peso, evitare o monitorare l'assunzione di alcol, non fumare, fare esercizio fisico regolarmente, seguire una dieta sana, ridurre l'assunzione di sodio, gestire l'ipertensione, abbassare il colesterolo ed essere consapevoli dei farmaci che stai assumendo.

Non solo Questi cambiamenti aiuteranno a gestire meglio entrambe le condizioni, ma se fatti parte della tua vita quotidiana, possono funzionare come misure preventive per coloro che non sono stati ancora diagnosticati con nessuna delle due condizioni.

Indulgere in questi alimenti per preservare l'udito
Nuovi approfondimenti sulla perdita dell'udito legata all'età

Lascia Il Tuo Commento