Enzimi epatici elevati: cause, sintomi e trattamento
Organi

Enzimi epatici elevati: cause, sintomi e trattamento

Il nostro fegato è un organo importante che è responsabile di molte funzioni nel corpo. Quando si danneggia, ci sentiamo male, ma i sintomi possono spesso essere confusi con altre malattie.

Elevati enzimi epatici possono indicare un problema al fegato. Quando il fegato è infiammato, rilascia più sostanze chimiche del normale, che può essere visto in un esame del sangue.

È possibile abbassare gli enzimi epatici elevati naturalmente, ma prima esaminiamo gli enzimi epatici elevati e cosa significano per la vostra salute.

Gli enzimi epatici comuni sono alanina transaminasi (ALT) e aspartato transaminasi (AST). Livelli normali di ALT dovrebbero essere da 5 a 40 unità per litro di siero. I livelli normali di AST sono da sette a 56 unità per litro di siero. Questi enzimi sono biomarker usati dai medici per determinare la salute del fegato. I medici usano un pannello sanguigno a misurano i livelli.

Cause e sintomi di alti enzimi epatici

Malattia grassa non alcolica (NAFLD)

Considerata la ragione più comune per una persona sviluppare enzimi epatici elevati come si trovano in un esame del sangue. Come suggerisce il nome, questa condizione può verificarsi in coloro che non consumano quantità eccessive di alcol. NAFLD è caratterizzato dalla conservazione di troppo grasso nelle cellule del fegato. I fegati sani hanno solo circa il 5-10% di grasso in essi, mentre quelli che soffrono di NAFLD possono avere numeri significativamente più alti. Si stima che la NAFLD colpisca quasi il 25-30% della popolazione americana.

Farmaci (prescrivibili o da banco)

Molti dei farmaci che usiamo, prescritti da un medico o meno, possono causare un sovraccarico sul fegato risultante in elevati enzimi epatici. La lesione epatica acuta è un evento comune e uno dei segni che i medici usano per decidere su quale farmaco alternativo. Alcuni di questi farmaci possono includere statine, farmaci per abbassare il colesterolo; tetracicline, un antibiotico usato in pazienti che sono allergici alla penicillina; e farmaci anti-sequestro, tra gli altri. Il comune farmaco da banco che porta al danno epatico include il paracetamolo (Tylenol) e i farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS), come l'ibuprofene, l'aspirina e il naprossene.

L'abuso di alcol

Il consumo regolare di alcol può durare devastare il fegato, portandolo a danneggiarsi. Ciò è dovuto al fatto che le sostanze chimiche presenti nell'alcol sono difficili da abbattere e il fegato a lavorare in modo più duro. Sfortunatamente, gli effetti dell'alcol spesso portano a malattie del fegato grasso, epatite alcolica o addirittura epatite alcolica. Tuttavia, il fegato grasso è solitamente reversibile se preso precocemente e interrompendo il consumo di alcol. Il danno epatico da alcol cronico può portare a insufficienza epatica e persino a morte.

Epatite virale

Le infezioni tra cui epatite A (HAV), epatite B (HBV) o epatite C (HCV) sono solitamente presenti con elevati enzimi epatici. Queste infezioni possono portare a infiammazione del fegato che presenta sintomi di affaticamento, dolore addominale, oscuramento delle urine e ittero. Alcuni tipi di epatite non possono essere diagnosticati per anni e si presentano solo con sintomi non specifici come l'affaticamento cronico.

Epatite autoimmune

Una condizione del corpo in cui il sistema immunitario attacca le proprie cellule epatiche. Questo spesso porta al fegato infiammarsi, causando elevati enzimi epatici. La causa di questa malattia autoimmune non è nota ma sembra avere influenze genetiche e ambientali. I pazienti possono presentare sintomi di affaticamento, disturbi addominali, anoressia, mialgia e edema.

Mononucleosi

Comunemente definita "mono" o "malattia del bacio", questa condizione è causata da il virus Epstein-Barr (EBV) e viene comunemente trasferito attraverso i baci. La condizione può anche essere causata dal citomegalovirus (CMV) in alcuni casi. I sintomi includono tipicamente ghiandole linfatiche gonfie, mal di gola e febbre alta. Molti casi di mono coinvolgono il fegato e possono causare l'ingrossamento o l'infiammazione, portando ad un aumento degli enzimi epatici.

Celiachia

Celiachia (enteropatia glutine-sensibile), a volte chiamata sprue, è una condizione in cui alcuni individui hanno sviluppato una reazione immunitaria dannosa ogni volta che consumano il glutine; una proteina presente nel grano, nell'orzo e nella segale. La reazione immunitaria si verifica nell'intestino tenue e nel tempo danneggia il rivestimento intestinale, portando a malassorbimento di nutrienti essenziali, perdita di peso, affaticamento, gonfiore e anemia. I pazienti celiaci hanno spesso elevati enzimi epatici.

Morbo di Wilson

Una percentuale di malattia genetica causata da una mutazione nel gene della malattia di Wilson. È caratterizzato da accumulo di rame nel fegato e nel cervello. Avere eccesso di rame nel corpo può portare a danni al fegato e conseguente aumento degli enzimi epatici. I sintomi tipicamente presenti in giovane età e comprendono vomito, affaticamento, accumulo di liquidi nell'addome e nelle gambe, ittero, prurito e gonfiore.

Pancreatite

La pancreatite è una condizione per cui l'infiammazione lo ha superato, portando questo organo a non funzionare come dovrebbe. Ci sono un certo numero di cause diverse per pancreatite, come alcolismo e calcoli biliari, ma a volte la natura della condizione non è mai stata trovata. La pancreatite porta spesso ad essere ricoverata in ospedale. I sintomi della pancreatite acuta possono includere nausea, vomito e dolore nella parte superiore dell'addome. Enzimi epatici elevati sono spesso una caratteristica di questa condizione.

Cancro del fegato

Un tumore delle cellule del fegato, con il tipo più comune di carcinoma epatocellulare. Tuttavia, è importante notare che la maggior parte dei tumori epatici è dovuta a metastasi, con un cancro in altre parti del corpo che si sta diffondendo nel fegato. Elevati enzimi epatici sono un attributo comune del cancro del fegato.

Suggerimenti per abbassare gli enzimi epatici

Una dieta sana può fare miracoli sul fegato, proprio come una cattiva alimentazione può danneggiarlo. Quando consumiamo cibi grassi e alcolici, questi vengono elaborati nel fegato, rendendolo più duro. Quando mangiamo cibi compatibili con il fegato, il fegato non deve lavorare tanto e può continuare a mantenerci sani.

Se vuoi un fegato sano e vuoi ridurre gli enzimi epatici elevati, ridurre l'assunzione di alcol o eliminarlo completamente. Stare lontano da prodotti alimentari trasformati, grassi e zuccherini poiché questi pesano fortemente sul fegato. Anche carne rossa, spezie e olio dovrebbero essere limitati, poiché anche questi possono avere un impatto negativo sul fegato.

Puoi anche regolare la tua dieta per aiutare ad abbassare gli enzimi epatici. Assicurati di bere abbastanza acqua. Di seguito è riportato un elenco di alimenti da integrare nella dieta al fine di abbassare gli enzimi epatici.

  • Alimenti ad alto contenuto di antiossidanti
  • Alimenti ad alto contenuto di fibre
  • Verdure a foglia verde
  • Verdure crocifere

Evitare cibi che possono danneggiare il fegato. Invece, optare per frutta e verdura e fonti di proteine ​​magre. Mangiare sano può aiutare a ridurre gli elevati enzimi epatici e proteggere il fegato a lungo termine.

Gestire la dieta: Questo significa spesso mangiare una dieta ricca di verdure verdi, cibi ricchi di fibre, cibi con proprietà antiossidanti e verdure come broccoli, cavolfiori, ravanelli, cavoletti di Bruxelles e persino rafano per aiutare a riequilibrare gli enzimi epatici.

Bere acqua: Consumare almeno otto bicchieri d'acqua al giorno è il modo migliore per aiutare il fegato a sciacquare tossine corporee.

Salta l'alcol: Il modo più semplice per danneggiare il fegato e uno che dovrebbe essere goduto in modo responsabile. Tagliare completamente l'alcol dalla tua dieta assicurerà che il tuo fegato non sia influenzato negativamente dall'alcol

Guarda il tuo farmaco: Un possibile colpevole di danni al fegato, è importante leggere tutte le etichette di avvertimento prima di prendere qualsiasi farmaco. Si consiglia inoltre di parlare con il medico in caso di dubbio.

Attenzione al tuo ambiente: Potrebbe essere possibile che sostanze chimiche aggressive intorno a te stiano contribuendo ai tuoi elevati enzimi epatici. È una buona idea sapere cosa si sta utilizzando quando si usano prodotti chimici per la pulizia della casa e per evitare fumi nocivi da fumo o vernice di seconda mano.

Vai naturale: La scelta di aggiungere erbe naturali alla tua dieta può essere un ottimo modo per promuovere la salute. Tarassaco e cardo mariano aiutano a ridurre l'infiammazione e possono persino stimolare il fegato a ripristinare qualsiasi danno.

Infografica: Comprensione degli enzimi epatici elevati

Smetti di credere a questi comuni miti della vescica
La musicoterapia offre una nuova speranza per chi soffre di malattia di Alzheimer

Lascia Il Tuo Commento