Mangiare più pomodori diminuisce il cancro della pelle
Malattie

Mangiare più pomodori diminuisce il cancro della pelle

Un nuovo studio rileva che l'assunzione di pomodoro nei topi riduce la dimensione dei tumori del cancro della pelle

I tumori più comunemente trovati sono tumori della pelle non melanoma. Ogni anno, i tumori della pelle non melanoma vengono diagnosticati a tassi più elevati rispetto al cancro al seno, al cancro al polmone, al cancro alla prostata e al cancro del colon, e le loro percentuali sono in aumento. Nonostante siano uno dei tumori con il più basso tasso di mortalità, questi tumori sono estremamente costosi da trattare e possono lasciare alcuni pazienti sfigurati per tutta la vita.

I ricercatori della Ohio State University hanno cercato nuove informazioni su come gli interventi nutrizionali potrebbero influenzare il rischio per la pelle tumori. Hanno creato l'esperimento basato sulla teoria tra pomodori e cancro. La teoria afferma che i "carotenoidi alimentari, i composti pigmentanti che danno il colore ai pomodori, possono proteggere la pelle dai danni della luce UV." Il pigmento antiossidante più efficace trovato è noto come licopene, che è il carotenoide più diffuso nei pomodori. > Il loro esperimento ha utilizzato sia topi maschi che femmine come soggetti. Hanno nutrito i topi di una dieta che consisteva in un 10% di concentrato di pomodoro nel corso di 35 settimane. Poi li hanno esposti alla luce ultravioletta (UV), per imitare gli effetti del sole nello sviluppo dei tumori della pelle.

I topi maschi hanno tassi più elevati di cancro della pelle rispetto alle femmine

Le loro scoperte erano esclusive per i topi maschi che consumavano i pomodori rossi disidratati, in quanto i topi femmina non erano altrettanto interessati dalle luci UV o dal cambiamento nella loro dieta. È già noto che i topi maschi sviluppano tumori molto prima e dopo una minore esposizione alla luce UV rispetto ai topi femmina. I loro tumori sono di dimensioni e numero maggiori e sono più aggressivi di quelli che sviluppano i topi femmina.

In questo esperimento, rispetto ai topi che non mangiavano pomodori, i topi maschi vedevano una diminuzione del 50% in numero e dimensioni del loro tumori del cancro della pelle. Non c'erano quasi differenze nei topi femmina, sia che consumassero la dieta di pomodoro o meno. Questi risultati mostrano quanto sia importante considerare il sesso biologico quando si determinano potenziali trattamenti, poiché ciò che funziona per uno chiaramente non funziona sempre per l'altro.

Studi precedenti condotti sugli esseri umani hanno scoperto che consumare la pasta di pomodoro può ridurre gli effetti delle ustioni solari col tempo. Gli scienziati ritengono che ciò possa essere dovuto ai carotenoidi presenti nelle piante che, se consumati, vengono utilizzati dalla pelle umana per difendersi dai danni causati dalla luce UV. Sebbene, quando gli esseri umani consumano pomodori interi piuttosto che un integratore, gli effetti del licopene sono maggiori rispetto all'intero pomodoro. I ricercatori dicono che questo potrebbe essere la prova che altri componenti del pomodoro sono anche al lavoro per ridurre gli effetti della luce UV.
Questo nuovo studio si aggiunge alle già solide basi della ricerca sui benefici dei trattamenti di prevenzione del cancro. "Metodi alternativi per la protezione sistemica, possibilmente attraverso interventi nutrizionali per modulare il rischio di malattie correlate alla pelle, potrebbero fornire un beneficio significativo." La ricerca continuerà sugli effetti che gli alimenti possono avere sulla riduzione e la prevenzione delle malattie.

Livelli di testosterone normali dopo chirurgia della manica gastrica laparoscopica in uomini obesi
I grassi saturi indeboliscono la risposta del sistema immunitario e aumentano l'infiammazione

Lascia Il Tuo Commento