Analisi del sangue in fase precoce del morbo di Alzheimer in fase di sviluppo di
Salute

Analisi del sangue in fase precoce del morbo di Alzheimer in fase di sviluppo di

gli anticorpi sono stati sviluppati dai ricercatori della Rowan University School of Osteopathic Medicine. La malattia di Alzheimer colpisce circa 5,3 milioni di americani e non esiste attualmente nessun esame del sangue approvato in grado di rilevarlo precocemente. Un nuovo studio utilizza autoanticorpi come biomarcatori basati sul sangue per rilevare la malattia e la sua progressione.

Gli autoanticorpi dipendono dall'età, dal sesso e dalla presenza di malattia o lesioni. La malattia può causare cambiamenti agli autoanticorpi, che possono essere rilevati attraverso il lavoro del sangue.

Per la malattia di Alzheimer, i cambiamenti nel cervello avvengono molti anni prima che i sintomi si rivelassero. La diagnosi precoce del morbo di Alzheimer potrebbe consentire ai medici di lavorare con il paziente per attuare cambiamenti nello stile di vita o ricevere un trattamento precoce.

Non esiste attualmente una cura per il morbo di Alzheimer, ma è stato osservato che il mantenimento di una barriera ematoencefalica sana è importante per prevenzione. Inoltre, diabete, colesterolo alto, ipertensione, ictus e sovrappeso possono portare anche alla progressione della malattia di Alzheimer.

Quando i vasi sanguigni nel cervello diventano deboli e fragili perdono, il che consente al plasma di entrare nel cervello. Gli autoanticorpi si legano quindi ai neuroni e accelerano l'accumulo di depositi di beta-amiloide - un elemento fondamentale del morbo di Alzheimer.

Dr. Robert Nagele dello studio ha dichiarato: "Ci sono significativi benefici per il rilevamento precoce della malattia, perché ora sappiamo che molte delle stesse condizioni che portano alla malattia vascolare sono anche fattori di rischio significativi per l'Alzheimer. Le persone che hanno una malattia preclinica possono adottare misure per migliorare la loro salute vascolare, tra cui osservare la dieta, esercitare e gestire qualsiasi problema di peso e pressione sanguigna per aiutare a rallentare o rallentare la progressione della malattia. "

L'esame del sangue può anche rivelarsi efficace il rilevamento del morbo di Parkinson, della sclerosi multipla e del cancro al seno.

Dr. Jennifer Caudle dall'università ha aggiunto: "Non riesco a pensare a un singolo paziente che non prenderebbe provvedimenti per prevenire la progressione dell'Alzheimer se potesse influenzare direttamente la loro prognosi".

I risultati dello studio sono stati presentati al Conferenza ed esposizione medica osteopatica dell'American Osteopathic Association

Fonte:
//www.medicalnewstoday.com/articles

Frullato alla cannella
Nuovo studio: la verità sull'alcol e sulla salute

Lascia Il Tuo Commento