La droga per la cessazione del fumo non incrementa il numero di smembrati
Salute

La droga per la cessazione del fumo non incrementa il numero di smembrati

Ricercatori dell'Università della California, San Diego School of Medicine ha scoperto che il numero di fumatori che hanno smesso di fumare non è cresciuto in modo significativo dall'introduzione di un farmaco per la cessazione dell'abitudine al fumo chiamato vareniclina.

Vareniclina è stata introdotta nel 2006 come mezzo per aiutare le persone a smettere di fumare. Funziona bloccando il piacere ricevuto dalla nicotina al cervello. Il suo intento era quello di sostituire alcune delle forme più tipiche di smettere di fumare, come il cerotto o gli antidepressivi.

Nell'analisi della popolazione sull'uso della vareniclina, i tassi di successo erano alti per i primi tre mesi, dopo i quali i tassi di successo mancanza di utilizzo dell'aiuto alla disassuefazione dal fumo. L'autore principale Shu-Hong Zhu, Ph.D., ha dichiarato: "Invece, vareniclina sta sostituendo altre opzioni come la patch, senza avere alcun impatto significativo a livello di popolazione sulla cessazione del successo."

I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie ( CDC) riporta che quasi il 20% degli adulti (di età superiore ai 18 anni) fuma. Se la tendenza continua a persistere, il CDC suggerisce che un individuo su 13 di età inferiore ai 18 anni morirà di una malattia correlata al fumo. Il fumo in tutto il mondo contribuisce a 6 milioni di morti ogni anno.

I ricercatori hanno analizzato i dati di due indagini del Bureau statunitense sui fumatori di età superiore ai 18 anni, prima e dopo la disponibilità della vareniclina.

I sondaggi hanno indagato sugli sforzi del fumatore per smettere di fumare all'interno 12 mesi e metodi che useranno - terapie sostitutive come la patch o le opzioni di prescrizione

Le risposte provengono da oltre 39.000 fumatori che hanno rivelato un aumento nell'uso di terapie farmaceutiche dal 28,7 percento (2003) al 31,1 percento (2010-2011)

Anche se i risultati rivelano un lieve aumento nell'uso degli aiuti per smettere di fumare, non rivelano un aumento dei fumatori di successo che hanno smesso. Nel 2003, il 4,5% dei fumatori ha dichiarato di smettere con successo e nel 2010-11 è salito al 4,7%. Zhu ha aggiunto: "Non stiamo dicendo che [vareniclina] non aiuta i fumatori a smettere. Lo fa, ma non risolverà l'epidemia di tabacco dell'America a meno che non ispiri più fumatori a provare a smettere. "

I risultati furono pubblicati in Controllo del tabacco .

Fonti:
//www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/meds/a606024.html#why
//health.ucsd.edu/news/releases/Pages/2015-08-17-smoking-aid- doesnt-boost-numero-di-persone-che-quit.aspx

La terapia fisica è risultata altrettanto efficace della chirurgia nella sindrome del tunnel carpale
Il test diagnostico per l'asma potrebbe non essere efficace

Lascia Il Tuo Commento