L'alcol gioca un ruolo nel morbo di Parkinson?
Salute

L'alcol gioca un ruolo nel morbo di Parkinson?

Per anni i ricercatori hanno cercato di scoprire un legame tra le scelte di stile di vita come il consumo di alcol e il morbo di Parkinson. Ora i ricercatori hanno trovato prove contrastanti che circondano la connessione.

In una revisione della letteratura dal 2000 al 2014, i ricercatori hanno trovato poche prove per sostenere o negare un'associazione tra consumo di alcol e malattia di Parkinson (PD). Negli studi che hanno rivelato un'associazione debole è stato riscontrato un forte pregiudizio del richiamo, che potrebbe influenzare i risultati.

Sono stati identificati sedici articoli corrispondenti ai criteri; sono stati sottoposti a revisione paritetica e hanno utilizzato un confronto con i controlli senza la malattia di Parkinson. Questi studi hanno anche misurato l'associazione tra quantità e frequenza di alcol e rischio di malattia di Parkinson e adeguati ad altri fattori come il fumo e l'età. Le ricerche che includevano solo i bevitori contro i non bevitori non erano incluse.

Il ricercatore capo Silvana Bettiol, Ph.D., ha dichiarato: "Questa revisione ha determinato diverse possibili debolezze metodologiche che potrebbero spiegare i diversi e spesso contrastanti risultati degli studi che riportano esposizioni di stile di vita come il fumo, il caffè / tè e il consumo di alcolici che contribuiscono al rischio di PD. Questi includevano selezione o auto-selezione dei controlli, difficoltà nella valutazione retrospettiva del consumo di alcol, differenze nelle lunghezze dei periodi di follow-up e definizioni incoerenti di bevitori e non bevitori. "

In studi che misuravano con precisione il consumo di alcol e rischio di malattia di Parkinson, sono state trovate associazioni non significative, che hanno rivelato i limiti e i pregiudizi che influenzano la ricerca.

Dr. Bettiol ha concluso: "Questo studio mette in luce la necessità di ulteriori studi prospettici che indagano la relazione tra alcol e PD di adeguate dimensioni del campione. Miglioramenti della segnalazione di studi da parte degli investigatori, in particolare per quanto riguarda la dimensione e il potere del campione, aiuterebbero gli altri a interpretare il significato epidemiologico di ogni risultato. [In sintesi] la maggior parte degli studi si è rivelata preliminare e il miglioramento del potere statistico per rilevare gli effetti comuni è stato incoraggiato. "

I risultati sono stati pubblicati nel Journal of Parkinson's Disease .

Source:
//www.eurekalert.org/pub_releases/2015-11/ip

In che modo il fumo influisce sul caffè del mattino
Esercizi per controllare e gestire la vescica prolassata

Lascia Il Tuo Commento