Diabetes Deaths Dropping - Ma è una buona notizia?
Malattie

Diabetes Deaths Dropping - Ma è una buona notizia?

Più dell'8% della popolazione americana soffre attualmente di diabete, che è una malattia ciò si verifica quando il pancreas non produce abbastanza insulina ormonale regolatrice di zucchero nel sangue (diabete di tipo 2), o non produce affatto insulina (diabete di tipo 1). Il corpo richiede insulina per trasportare il glucosio in eccesso dal flusso sanguigno e nelle cellule di grasso, fegato e muscoli e, di conseguenza, i diabetici soffrono di livelli cronici di glicemia alta. Al momento non esiste una cura per il diabete di tipo 1, tuttavia quasi tutti i diabetici di tipo 2 possono ottenere una cura per il diabete semplicemente facendo scelte di vita più salutari.

C'è una cura per il diabete in vista?

Il diabete è un disturbo molto serio che non solo colpisce i livelli di zucchero nel sangue di una persona; aumenta anche il rischio di malattie cardiovascolari, cancro e morbo di Alzheimer, e riduce la durata della vita di un individuo di una media di dieci anni. Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista American Diabetes Association, ci sono alcune buone notizie e alcune cattive notizie quando si parla dell'epidemia di diabete. La buona notizia è che il tasso di mortalità per malattie cardiovascolari tra gli adulti diabetici è calato del 40 per cento tra il 1997 e il 2004, secondo i dati raccolti su 250.000 adulti, durante una National Health Interview Survey. Inoltre, il tasso di mortalità totale correlato al diabete è sceso del 44%.

I ricercatori accreditano i progressi nel controllo della glicemia, le tecniche di diagnosi precoce, una riduzione del fumo, scelte di vita più sane e programmi di intervento per la riduzione delle morti legate al diabete. Nonostante questa scoperta incoraggiante, Ann Albright, direttore della Divisione di Diabete Translation di CDC, ha ammonito in un comunicato stampa: "Prendersi cura del proprio cuore attraverso scelte di vita sane fa la differenza, ma gli americani continuano a morire per una malattia che può essere prevenuta. Sebbene il tasso di mortalità per malattie cardiovascolari per le persone con diabete sia diminuito, è ancora il doppio rispetto agli adulti senza diabete. "

Ora per le cattive notizie sul diabete

Ora sulle cattive notizie, nonostante la vita migliorata aspettativa tra gli individui diabetici, si prevede che la prevalenza del diabete aumenterà notevolmente nei prossimi decenni e si stima che entro l'anno 2050, un americano su tre soffrirà di questo disturbo di regolazione dello zucchero nel sangue. "I tassi di mortalità, insieme a una diagnosi precoce di diabete non diagnosticato e l'incidenza di nuovi casi di diabete, sono i principali fattori determinanti della futura prevalenza del diabete e della malattia e degli oneri economici che ne derivano", afferma capo dell'epidemiologia e delle statistiche nella Divisione di Diabete della CDC. autore, Edward W. Gregg, PhD. "I modelli recentemente pubblicati indicano che il declino della mortalità tra le persone con diabete può portare ad un sostanziale aumento della prevalenza". In altre parole, con il declino delle conseguenze del diabete, la sua prevalenza aumenta.

Il diabete attualmente costa 174 miliardi di dollari all'anno, e se non viene prodotta un'efficace cura del diabete, o lo sviluppo del diabete non viene ridotto, il disturbo glicemico causerà gravi conseguenze economiche. Aspettare una miracolosa cura del diabete non è la risposta; abbiamo bisogno di prevenire proattivamente questo disturbo aumentando la conoscenza del diabete, mangiando più sano e facendo più esercizio fisico. "Il diabete comporta notevoli costi personali e finanziari per gli individui, le loro famiglie e i sistemi sanitari che li trattano. Con l'aumento del numero di persone con diabete, sarà più importante che mai gestire la malattia per ridurre le complicazioni e i decessi prematuri ", afferma Gregg.

La meditazione aiuta ad alleviare il dolore dalla biopsia del cancro al seno: studio
Cercando di smettere di fumare? Cosa funziona in realtà...

Lascia Il Tuo Commento