Rischio demenza abbassato negli anziani con arterie più sane
Salute

Rischio demenza abbassato negli anziani con arterie più sane

Il rischio di demenza negli anziani è inferiore tra quelli con arterie più sane, secondo le nuove scoperte. I risultati provengono da ricercatori dell'Università della Pennsylvania, dove hanno scoperto che gli anziani degli anni '80 e '90 che erano privi di accumulo di calcio nelle loro arterie avevano un minore rischio di demenza rispetto a quelli con accumulo di calcio. Oltre alla demenza, l'accumulo di calcio nelle arterie è anche associato ad un aumentato rischio di malattie cardiache, infarto e ictus.

Trovare mezzi aggressivi per combattere l'accumulo di calcio "potrebbe non solo aumentare la longevità e diminuire gli attacchi cardiaci, ma anche riduzione sostanziale di incidenza di demenza, in particolare tra le donne anziane ", ha suggerito il ricercatore capo Dr. Lewis Kuller.

I ricercatori non affermano che lo studio non rivela che l'accumulo di calcio è la causa della demenza, ma che l'indurimento delle arterie è associato a demenza.
Dr. Kuller ha aggiunto: "I fattori di rischio stile di vita misurati anche in pre-menopausa, a 45-50 anni - come i livelli di colesterolo, fumo, pressione sanguigna, attività fisica più elevata - sono determinanti dei livelli di calcio tra queste donne più anziane."

The i ricercatori hanno raccolto dati da oltre 500 parti individuali di una cognizione di salute cardiovascolare.L'età media all'inizio dello studio era 80.

Ogni anno i partecipanti sono stati valutati per i segni di demenza e l'accumulo di calcio nelle arterie.

Per coloro i cui livelli di calcio erano pari a zero non hanno iniziato a mostrare segni di demenza fino a sette anni dopo l'inizio dello studio, questo era in confronto con quelli dei più alti livelli di calcio che mostravano segni di demenza entro cinque anni, in media

I risultati rivelano due risultati: uno, se la prevenzione e il trattamento delle malattie cardiache continua a migliorare le persone vivranno più a lungo e ci sarà una maggiore prevalenza di demenza.I due, fattori di rischio che contribuiscono all'indurimento delle arterie - a L'herosclerosi può anche svolgere un ruolo nella demenza.

"Le malattie cardiovascolari contribuiscono significativamente alla demenza, compresa la malattia di Alzheimer", ha aggiunto il co-autore di un editoriale di accompagnamento Walter Swardfager. "Anche in coloro che vivono così a lungo senza avere un infarto o ictus, la malattia dei vasi sanguigni può predire la morte e la demenza. Per prevenire la demenza negli anziani, potrebbe essere necessario prevenire le malattie cardiovascolari o imparare a proteggere il cervello da esso. "

Fonti:
//consumer.healthday.com/senior-citizen-information-31 /dementia-news-738/keep-your-heart-arteries-healthy-to-reduce-risk-of-dementia-708577.html

Malattia di Natale (emofilia B), disturbi genetici del sangue trattati con nuova terapia genica
Il 40% dei canadesi affetti da disturbi del sonno porta a gravi rischi per la salute

Lascia Il Tuo Commento