Casi di demenza a triplo entro il 2050
Organi

Casi di demenza a triplo entro il 2050

Gli esperti medici dicono che è una malattia che spesso non viene diagnosticata nelle fasi iniziali. Sfortunatamente, il problema della demenza non sta andando via; non c'è cura, e si prevede che i casi triplichino entro il 2050.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità quasi 36 milioni di persone in tutto il mondo vivono con demenza. La demenza è una malattia del cervello caratterizzata da perdita di memoria, ragionamento, giudizio, nonché cambiamenti di umore e comportamento. Nei casi gravi il cervello è interessato al punto in cui è impossibile svolgere normali funzioni quotidiane come guidare una macchina, lavorare o mantenere relazioni.

L'età è il più grande fattore di rischio, e l'ondata di baby boomer si avvicina al pensionamento Gli anni saranno un grande contributo alla crescita dei casi.

La demenza e l'effetto sulla salute mentale

I medici dicono che la diagnosi precoce è difficile, ma cruciale. Nelle prime fasi della malattia è facile per il paziente passare i sintomi come semplice dimenticanza. Altri hanno troppa paura di farsi avanti con ciò che stanno vivendo. Sono preoccupati per le ripercussioni; riguardo alla perdita della loro indipendenza Cercano di nascondere il loro problema alla famiglia, agli amici e ai medici finché non diventa impossibile da nascondere.

La diagnosi precoce consente ai medici di lavorare con i pazienti per somministrare cure e farmaci che potrebbero rallentare la progressione della malattia. I medici ricordano ai pazienti che non c'è vergogna sta sollevando problemi di salute mentale. Sottolineano anche che quelli che sembrano i primi segni di demenza potrebbero essere in realtà il morbo di Alzheimer, una condizione che richiede costante attenzione medica.

Scoperta della demenza

Poiché i disturbi mentali come la demenza sono difficili da diagnosticare, i medici usano un numero di metodi durante gli esami. Di seguito sono riportati i passaggi che attraversano se sospettano la demenza o il morbo di Alzheimer.

• Anamnesi del paziente (questo include problemi medici attuali e passati, nonché i sintomi riscontrati)

• Esame fisico (questo può aiutare a escludere cause trattabili di perdita di memoria e problemi come l'ictus.Può anche aiutare a determinare se il farmaco sta causando i sintomi)

• test cognitivi (misurazione della lingua, matematica e altre abilità mentali)

• test neurologici (questo include equilibrio, riflessi e funzione sensoriale)

• Scansioni cerebrali (la degenerazione della corteccia cerebrale è un segno di demenza e può apparire su una scansione cerebrale)

Non esiste una cura per la demenza o la malattia di Alzheimer. Ci sono alcuni farmaci che sembrano rallentare la progressione della malattia; tuttavia, in molti casi i medici raccomandano una combinazione di farmaci e esercizio fisico e psicologico. Gli studi hanno dimostrato che mantenere attivo, impegnarsi in conversazioni, leggere ed esercitare il cervello può aiutare a ridurre la gravità dei sintomi.

Le terapie farmacologiche devono essere monitorate da vicino dai medici perché possono avere spiacevoli effetti collaterali. Una grande quantità di ricerche continua in terapie di trattamento sia per la demenza che per il morbo di Alzheimer. Questa ricerca include studi approfonditi sui nutrienti e su come possono aumentare il flusso di sangue al cervello, rallentando così la progressione della malattia. Secondo la University of Maryland Medical Center la vitamina E è già stata collegata al rallentamento del declino cognitivo nelle persone con malattia di Alzheimer. I ricercatori dell'università affermano anche che alcuni studi mostrano che lo zinco migliora la memoria negli anziani.

La persona che soffre di demenza non ha alcun controllo sulla malattia. Chi ne soffre richiede pazienza e comprensione dai suoi assistenti e spesso inizia dai familiari. Molti malati di demenza fanno bene nelle loro case se hanno un buon sostegno da parte della famiglia e degli amici. Altri arrivano al punto in cui devono essere ospitati in strutture di assistenza speciale. Gli esperti di salute mentale dicono che comprendere la malattia e le opzioni di trattamento disponibili renderanno la vita molto più semplice sia per il paziente che per chi presta le cure.

PMS può predire la pressione alta del sangue
Nella malattia di Alzheimer e nei pazienti con deficit cognitivo lieve, la capacità di guida è difficile da valutare: Studio

Lascia Il Tuo Commento