Cristalli nelle urine: Conoscere le cause e il trattamento
Salute

Cristalli nelle urine: Conoscere le cause e il trattamento

La funzione dei nostri reni sta filtrando il sangue e producendo urina che è principalmente costituita da acqua e altre sostanze. La composizione chimica dell'urina è tipicamente costituita da acido urico, carbonio, calcio e azoto. E a volte, i cristalli nelle urine possono essere trovati. Quando il normale funzionamento dei reni viene compromesso a causa di varie anomalie come la disidratazione, può portare a cambiamenti che determinano una eccessiva formazione di cristalli.

Cause e sintomi di cristalli nelle urine

La formazione di cristalli nelle urine può essere causata in uno dei seguenti casi:

Disidratazione. A causa dell'assunzione insufficiente di liquidi, i pochi minerali nelle urine possono indurirsi e formare cristalli. Quando c'è meno acqua nel corpo, la concentrazione di composti come l'acido urico aumenta radicalmente. Il risultato: cristalli composti da acido urico trovato nelle urine.

Cambiamenti del pH delle urine. Il livello di pH determina se una soluzione è acida o alcalina. Un valore di pH inferiore a sette è considerato acido, mentre sopra sette è considerato alcalino. I cristalli di ossalato di calcio nelle urine possono indicare se l'urina è fortemente acida. Nel caso in cui sia troppo alcalino, è più probabile che si formino cristalli di fosfato di calcio

Infezioni del tratto urinario (UTI) Quando i batteri alterano il valore pH dell'urina, possono formarsi cristalli

Urolitiasi Quando i cristalli sono rimasti nelle urine per periodi prolungati di tempo, si può sviluppare urolitiasi o calcoli vescicali. Se queste pietre sono abbastanza grandi, si può soffrire con costante dolore addominale.

Dieta Mangiare cibi ad alto contenuto di proteine ​​può in alcuni casi portare allo sviluppo di cristalli nelle urine. Troppo consumo di proteine ​​può anche aumentare l'acido urico e il contenuto di calcio delle urine, promuovendo la formazione di cristalli.

In generale, non ci sono segni o sintomi che indicano che si hanno cristalli nelle urine. Quando si trovano cristalli, spesso indicano altri problemi nel sistema urinario.

Tipi di cristalli di urina

I seguenti sono i tipi più comuni di cristalli trovati nelle urine:

  • Cristalli di acido urico: Può variano in dimensioni e forma, ma tendono ad assomigliare a romboidi o parallelogrammi. Possono essere indicatori di nefropatia acida da acido urico o nefrolitiasi urinaria
  • Cristalli di ossalato di calcio: Si trovano in urina acida, neutra o alcalina. Questi cristalli sono spesso descritti come "staccionata" o a forma di busta. Possono essere osservati nei casi di tossicità del glicole etilenico.
  • Cristalli di triplo fosfato o calcoli di struvite: Forma in urina alcalina e composta da magnesio, ammonio e fosfato. Spesso di forma rettangolare, sono associati a infezioni del tratto urinario causate da batteri urea-scissione.
  • Cristalli di carbonato di calcio: Possono essere gialli o incolori e apparire come sfere o manubri. Questi si trovano nell'urina alcalina.
  • Cristalli di fosfato di calcio: Sono incolori e hanno una forma simile a aghi smussati o prismi. Questi possono essere trovati in pH neutro e alcalino.
  • Cristalli di ammonio biurato: Generalmente, appaiono come corpi sferici marroni o di colore giallo-marrone con protuberanze irregolari. Si possono trovare nell'urina alcalina.
  • Cristalli amorfi: Gli urati amorfi si trovano nell'urina acida e appaiono gialli durante l'analisi al microscopio ma rosa sull'analisi lorda
  • Cristalli di bilirubina: Considerati cristalli anormali in l'urina, questa forma dalla bilirubina coniugata. Sono di forma aghiforme e di colore giallo. Questi sono frequentemente osservati in diversi disturbi epatici.
  • Cristalli di colesterolo: appaiono incolori e rettangolari, con una tacca in uno o più angoli. Possono essere trovati nell'urina acida.
  • Cristalli di cisteina: Hanno una caratteristica forma esagonale e sono incolori. Sono spesso associati a disturbi ereditari che suggeriscono un difetto tubulare prossimale nel riassorbimento dell'amminoacido
  • Cristalli di sulfonammide: Strutture piatte aghiformi spesso di colore marrone. Questi sono associati all'uso di farmaci sulfamidici e la loro presenza è anche associata alla formazione di calcoli renali

Trattamento dei cristalli nelle urine

A seconda della causa del tuo particolare caso di cristalli nelle urine, il medico prescriverà un piano di trattamento corrispondente. Tuttavia, ci sono alcune cose che puoi fare da solo:

Gestisci il pH delle urine Il consumo di prodotti ricchi di ossalato, come caffè o cioccolato, può aumentare l'acidità delle tue urine.

Monitorare l'assunzione di proteine Limitando la quantità di proteine ​​mangiate, impedirai ai tuoi reni di lavorare troppo. Anche l'assunzione di cibi ricchi di purine come carni di organi, sardine e acciughe dovrebbe essere ridotta. È meglio consumare cibi come pollo, lenticchie e salmone, ma con moderazione.

Ridurre l'assunzione di sale. Gli snack salati, i cibi lavorati e gli oggetti fritti contengono quantità eccessive di sale, che possono aumentare il contenuto di calcio di urina e renderla più acida.

Rimanere idratato: Mantenere il corpo ben idratato diluisce l'urina e previene la formazione di cristalli. Dovresti mirare a bere almeno otto bicchieri d'acqua al giorno.

Cattivo trattamento a circolazione: come migliorare la circolazione sanguigna
Il rischio di prolasso di organi pelvici aumenta con l'indice di massa corporea elevato (BMI) dopo la gravidanza: Studio

Lascia Il Tuo Commento