Morbo di Crohn, colite ulcerosa legata a ansia e depressione
Organi

Morbo di Crohn, colite ulcerosa legata a ansia e depressione


la malattia di Crohn e la colite ulcerosa - entrambe le malattie gastrointestinali - sono state legate all'ansia e alla depressione. In uno studio precedente, i ricercatori hanno scoperto che non solo la malattia di Crohn è legata alla depressione, ma che la depressione può aumentare le fiammate infiammatorie correlate a Crohn.

Lo studio ha coinvolto 3.150 pazienti di Crohn che hanno completato questionari online per quanto riguarda la loro malattia, il trattamento e influire sulla loro vita quotidiana. Ai pazienti è stato anche chiesto quanto spesso si sentissero tristi, disperati o inutili.

I pazienti con punteggi di depressione elevata avevano il 50% di probabilità in più di subire una perdita di Crohn dopo 12 mesi rispetto a quelli con il più basso

Anche dopo che i ricercatori si sono adeguati ad altri fattori, la depressione rimaneva ancora legata alle fiammate di Crohn.

L'autore principale Lawrence Gaines ha detto: "Il nostro studio suggerisce sentimenti di tristezza e pensieri di impotenza, disperazione e inutilità può influire sul rischio di riacutizzazioni della malattia nelle persone con malattia di Crohn. Per questi pazienti, ciò che pensano di se stessi può essere correlato a un risultato medico molto reale. "

I ricercatori sottolineano l'importanza dei medici che parlano ai loro pazienti di sintomi depressivi e depressivi in ​​quanto potrebbe avere un impatto negativo sul malattia del paziente e salute generale.

La malattia di Crohn o la colite ulcerosa aumentano il rischio di disturbi d'ansia

Un altro studio ha scoperto che la malattia di Crohn o la colite ulcerosa potrebbero aumentare il rischio di disturbi d'ansia. L'autore principale dello studio, Esme Fuller-Thomson, ha dichiarato: "I pazienti con IBD affrontano notevoli problemi fisici cronici associati alla malattia. L'onere aggiuntivo dei disturbi d'ansia rende la vita molto più impegnativa, quindi questo "doppio rischio" deve essere affrontato. "

Per i ricercatori dello studio sono stati esaminati 269 adulti canadesi con diagnosi di malattie infiammatorie intestinali. I ricercatori hanno scoperto che quelli con diagnosi di malattie infiammatorie intestinali avevano una probabilità due volte maggiore di soffrire di disturbo d'ansia generalizzato a un certo punto della loro vita rispetto agli adulti senza una diagnosi di malattia di Crohn o colite ulcerosa. Inoltre, il rischio è stato quattro volte più alto nelle donne rispetto agli uomini.

La coautrice dello studio, Joanne Sulman, ha aggiunto: "Lo studio richiama l'attenzione sulla necessità di screening di routine e interventi mirati per i disturbi d'ansia. In particolare tra i pazienti più vulnerabili con IBD: donne, individui che soffrono di dolore cronico e quelli con una storia di abuso sessuale infantile. "

L'assistente professore Patrick McGowan ha concluso," A volte pensiamo ai due come se fossero interamente entità separate ma la realtà è che sono intimamente collegate. Entrambi implicano cambiamenti fisici autentici nel corpo e si influenzano a vicenda. "

Ragioni per la depressione nella malattia di Crohn

Ci sono molte ragioni per cui un paziente che vive con il morbo di Crohn subirebbe la depressione. Ecco un elenco di possibili motivi per sentirsi depressi quando si vive con il morbo di Crohn.

  • È una condizione cronica - spesso le persone possono sperimentare la depressione con una condizione cronica perché sanno che è lunga per tutta la vita e qualcosa che avranno vivere con. Non esiste una cura per la malattia di Crohn e la malattia influisce notevolmente sulla vita quotidiana di una persona che può limitare le sue capacità. Per questi motivi può contribuire alla depressione.
  • La malattia di Crohn è fisicamente impegnativa - Il morbo di Crohn è imprevedibile e quindi per un attimo potresti sentirti a posto e un attimo dopo stai vivendo una fiammata fuori dal tuo controllo. Il bilancio fisico della malattia di Crohn può essere difficile da affrontare e quindi può far sentire depressa una persona.
  • Colpisce la tua vita personale - quando si verifica una riacutizzazione, potresti essere costretto a casa perché non puoi uscire di casa a causa di dolori o frequenti viaggi in bagno. Questo può causare tensione alle relazioni e anche alla tua vita quotidiana. Potresti non essere in grado di uscire e stare con gli amici o addirittura andare al lavoro a causa dei sintomi associati al morbo di Crohn.

Se stai vivendo con il morbo di Crohn e inizi a sentire o prova i sintomi seguenti potresti sviluppare depressione e dovresti parlare con il tuo medico per curarlo al fine di non peggiorare il Crohn.

  • Perdita di appetito
  • Perdita di peso involontaria
  • Difficoltà ad addormentarsi o rimanere addormentato
  • Affaticamento duraturo
  • Concentrazione di problemi o memoria problemi
  • Perdita di interesse per le precedenti cose piacevoli
  • Ansia persistente
  • Irritabilità
  • Senso di colpa
  • Sensazione impotente, senza speranza, inutile o inutile

Trattare la depressione insieme al morbo di Crohn

Sperimentare o vivere con la depressione e il morbo di Crohn può portare a ulteriori o peggiorate crisi che creano un circolo vizioso che ti fa sentire peggiorare fisicamente e mentalmente. È importante quindi non solo trattare e gestire la malattia di Crohn ma anche la depressione. Ecco alcuni consigli per curare meglio la depressione e il morbo di Crohn.

  • Parla con un professionista - non aver paura di chiedere aiuto al tuo medico o al tuo terapista. Sapranno meglio come trattare sia il Crohn che la depressione per aiutarti a sentirti meglio.
  • Fai cose positive per te - prendi un hobby, inizia a meditare, fai esercizio, prova tutto ciò che ti piace fare e che è positivo per te stesso che può essere edificante per il tuo umore.
  • Prova gli antidepressivi - per alcune persone che assumono antidepressivi può essere una soluzione per curare meglio la depressione. Gli antidepressivi devono essere usati solo su consiglio di un professionista della salute e se i cambiamenti dello stile di vita non hanno avuto successo.
  • Creare obiettivi o cose a cui pensare per poterti mantenere motivato e positivo
  • Creare un sano, più positiva prospettiva emotiva - questo non può accadere durante la notte, ma prendere graduali misure per migliorare la tua prospettiva emotiva può aiutare con la depressione.
  • Sforzati di partecipare - anche se puoi sentire che sei fissato a casa per sforzarti di partecipare alle attività che facevi una volta invece di cadere vittima della malattia.

Lo studio trova la prevalenza di disturbi mentali inclusa la depressione nei pazienti con colite ulcerosa

In uno studio alternativo si scoprirà che c'è un'alta prevalenza di disturbi mentali, inclusa la depressione, tra coloro che soffrono di pazienti con colite ulcerosa. Il legame tra infiammazione e disturbi dell'umore è stato trovato a giocare un ruolo nei risultati. Lo studio ha rilevato che coloro che soffrono di malattie infiammatorie hanno un rischio aumentato di disturbi dell'umore del 62%.

Se si vive con una malattia infiammatoria intestinale, sia che si tratti di malattia di Crohn o di colite ulcerosa, è importante non solo gestire malattia in sé, ma anche prendersi cura del proprio benessere mentale. Se riscontri uno dei sintomi sopra elencati, contatta i tuoi cari o i professionisti della salute per cercare un trattamento.

La NAFLD può essere un fattore di rischio indipendente per aterosclerosi e malattie cardiache: Studio
Quali sono le cause delle vertigini cervicali? Sintomi, esercizi, trattamento e prognosi

Lascia Il Tuo Commento