La malattia di Crohn, la colite ulcerosa è un continuum di disturbi, può influenzare la posizione dell'infiammazione nell'intestino suggerisce dati genetici
Mangiare Sano

La malattia di Crohn, la colite ulcerosa è un continuum di disturbi, può influenzare la posizione dell'infiammazione nell'intestino suggerisce dati genetici

I dati genetici ora suggeriscono che la malattia di Crohn e la colite ulcerosa sono un continuum o una progressione di disturbi influenzati dalla posizione dell'infiammazione nell'intestino.

Circa 1,4 milioni di americani hanno la malattia di Crohn o la colite ulcerosa. Tuttavia, la diagnosi potrebbe essere semplificata. Questo secondo i dati genetici che mostrano le malattie sono un complesso continuum di disturbi influenzato dal sito dell'infiammazione coinvolto.

L'ubicazione della malattia in Crohn è sempre stata considerata importante, ma c'è stata una nuova osservazione che l'intestino crasso di Crohn La malattia si trova a metà strada tra la colite ulcerosa e il piccolo intestino di Crohn sullo spettro genetico, il che suggerisce che gli aspetti vitali della malattia sono legati alla posizione.

Alcuni studi precedenti sulle malattie infiammatorie dell'intestino mostrano che i geni coinvolti sono per lo più condivisi dalla malattia di Crohn e colite ulcerosa, con solo un piccolo numero di geni specifici per ciascuna malattia. L'ultimo studio ha portato informazioni genetiche insieme ai sintomi nel tentativo di comprendere la biologia della malattia.

Gli esperti ritengono che alle estremità estreme del continuum, i marcatori genetici potrebbero avere un uso diagnostico. Hanno riesaminato le registrazioni di pazienti che avevano fattori genetici che indicavano la malattia di Crohn, ma a chi originariamente era stata diagnosticata la colite ulcerosa e viceversa. Scoprirono che molti medici avevano sollevato dubbi sulla diagnosi almeno tre volte più spesso che per i pazienti scelti a caso.

Si ritiene che per un piccolo sottogruppo di pazienti la genetica possa scoprire una diagnosi errata.

Variazione genetica nella malattia infiammatoria intestinale (IBD) i pazienti possono portare a trattamenti efficaci

La variazione genetica della malattia infiammatoria intestinale sembra aiutare a indicare quanto malata una persona diventerà. Uno studio, pubblicato lo scorso autunno in The Lancet , getta nuova luce sulla malattia infiammatoria intestinale (IBD) e il tasso di sviluppo della malattia.

Nel più grande studio del suo genere, il DNA di 35.000 pazienti con Sono stati analizzati il ​​morbo di Crohn e la colite ulcerosa. I risultati hanno indicato che stiamo osservando una serie di diverse malattie nascoste nella colite di Crohn e ulcerosa, che coprono un ampio spettro di malattie infiammatorie intestinali.

La ricerca sulla genetica e la malattia infiammatoria intestinale è relativamente nuova ed è in corso. Qualsiasi tipo di studio offre l'opportunità di migliorare la cura del paziente. In questo caso, i ricercatori hanno riferito che l'analisi genetica potrebbe potenzialmente aiutare a identificare i pazienti che potrebbero beneficiare di un intervento precedente e trattamenti più aggressivi.

Malattia di Crohn e colite ulcerosa monitoraggio e diagnosi

Se hai il Crohn o la colite è importante monitorare correttamente la malattia. I pazienti dovrebbero essere esaminati su base regolare e, naturalmente, la frequenza dipenderà da eventuali complicazioni che potrebbero insorgere. Il test di laboratorio e i test diagnostici devono essere eseguiti regolarmente per monitorare la sicurezza e il successo della terapia.

Quindi, come viene diagnosticata la malattia di Crohn? Ci sono infatti un numero di test che il medico può ordinare quando si sospetta una malattia infiammatoria intestinale. Potrebbe essere condotta una colonscopia. Questo è un test che consente al medico di visualizzare l'intero colon usando un tubo sottile, flessibile e illuminato con una fotocamera collegata. Il medico può prelevare un piccolo campione di tessuto per l'analisi, che potrebbe aiutare nella diagnosi. Ci sono anche scansioni TC e risonanza magnetica in grado di rilevare più di una normale radiografia. In alcuni casi, viene eseguita una cosa chiamata capsula endoscopica. Implica la deglutizione di una capsula che contiene una fotocamera. La fotocamera scatta foto, che vengono trasmesse a un computer e visualizzate su un monitor per consentire al medico di controllare.

L'ecografia endoscopica è una tecnica relativamente nuova utilizzata per diagnosticare la malattia di Crohn. Indicato come EUS, include una sonda a ultrasuoni collegata a un endoscopio, che viene utilizzata per guardare in profondità sotto il rivestimento dell'intestino.

Mentre una diagnosi di colite ulcerosa può essere fatta usando alcune delle tecniche sopra, una diagnosi di questa condizione infiammatoria intestinale può anche essere rilevato attraverso un semplice campione di feci.

La caratteristica principale di entrambi i Crohn e la colite è l'infiammazione. I globuli bianchi sono attratti dai siti di infiammazione, pertanto è possibile eseguire un test sui globuli bianchi per entrambe queste condizioni. Il sangue può essere prelevato dal tuo braccio, etichettato con una quantità innocua di una sostanza radioattiva, quindi iniettato di nuovo nel tuo corpo. Una camera speciale è usata per vedere dove viaggiano i globuli bianchi radioattivi.

La malattia di Crohn e la colite ulcerosa possono presentare molte sfide e molte complicazioni, ma avere una buona comprensione dell'IBD e assicurarsi di monitorare e curare condizione corretta significa che hai buone possibilità di vivere una vita piena, felice e produttiva.

Vaccino da Norovirus, primo trial clinico umano al mondo avviato da Takeda, epidemia segnalata tra i membri della convenzione GOP
Dolore epigastrico: definizione, cause, sintomi e trattamento domiciliare

Lascia Il Tuo Commento