I sintomi della malattia di Crohn peggiorano con questo fungo
Mangiare Sano

I sintomi della malattia di Crohn peggiorano con questo fungo

Sintomi di Malattia di Crohn, un malattia infiammatoria intestinale, può peggiorare a causa di un fungo noto come Candida tropicalis . Questo fungo scatena l'infiammazione intestinale, che può causare l'esacerbazione dei sintomi della malattia di Crohn. I risultati provengono dai ricercatori della Scuola di Medicina della Case Western Reserve University e i risultati sono stati presentati alla Digestive Disease Week®.

L'infiammazione del colon, o colite, è un sintomo comune della malattia di Crohn e si crede che sia il risultato di un risposta immunitaria anormale quando il corpo cerca di combattere un'infezione. Gli ultimi risultati suggeriscono che Candida tropicalis può anche scatenare la colite.

L'autore principale Luca Di Martino ha spiegato, "Il tipo di microrganismi che vivono nel nostro intestino, il nostro microbioma, ha dimostrato di essere un elemento chiave per scatenare la malattia di Crohn. Recenti studi hanno dimostrato che l'abbondanza del fungo Candida tropicalis è significativamente più alta nell'intestino dei pazienti affetti da malattia di Crohn rispetto alle persone sane. "

I ricercatori hanno indotto sintomi di colite nei topi facendoli bere acqua che conteneva bassi livelli di destrano sodico solfato. Questo prodotto chimico causa una lesione intestinale acuta, simile a quella della colite. I topi sono stati poi infettati con Candida tropicalis e sono stati esaminati i loro tratti intestinali e batteri intestinali.

Studio: Candida tropicalis aggrava il morbo di Crohn

I ricercatori hanno scoperto che i topi infettati con Candida tropicalis aveva peggiorato i sintomi di Crohn rispetto a quei topi che non erano infetti dal fungo. I risultati dello studio hanno suggerito che il trattamento del morbo di Crohn con un antimicotico può aiutare a ridurre i sintomi associati alla Candida tropicalis.

Gli autori hanno scritto: "I nostri dati dimostrano che C. tropicalis può giocare un ruolo pro-infiammatorio nel danno intestinale esacerbando l'infiammazione intestinale durante la fase di recupero della colite da destrano solfato di sodio. Speculiamo che l'infezione dal fungo C. tropicalis possa avere un ruolo nell'innescare i razzi durante il morbo di Crohn e che la terapia antifungale possa essere benefica nei pazienti con malattia di Crohn. "

Di Martino continuò," Abbiamo scoperto che alti livelli di C Tropicalis aumenta l'abbondanza di proteobatteri nocivi nell'intestino, come E. coli, distruggendo il normale equilibrio dei batteri intestinali e creando una disbiosi, un elemento chiave che innesca l'infiammazione intestinale. "
Le colonscopie dei topi infetti hanno rivelato che i livelli di particelle infiammatorie legate alla colite erano 4,5 volte più alti rispetto a quelli non infetti. Inoltre, quando ulteriormente esaminati al di sotto di un microscopio, i tratti intestinali dei topi infettati dal fungo mostravano maggiori segni di gonfiore.

Di Martino spiegò inoltre, "La scoperta più eccitante è stata che nei topi infetti c'era un'abbondanza significativamente maggiore dei proteobatteri, lo stesso tipo di batteri deleteri è aumentato nei pazienti di Crohn. Ciò ha confermato che la presenza e l'abbondanza di funghi nell'intestino hanno la capacità di modificare i batteri che vivono nel nostro intestino, portando a una disbiosi che alla fine scatenerà una sindrome infiammatoria. "

I ricercatori continueranno i loro studi sul ruolo di Candida tropicalis nella malattia di Crohn trattando i topi infetti con farmaci anti-fungini per osservare quanto siano efficaci nel ridurre l'infiammazione e il trattamento dei sintomi.

Dolore addominale superiore: cause, sintomi e trattamenti
Diverticolite e l'impatto dell'alcol

Lascia Il Tuo Commento