Rischio di recidiva del morbo di Crohn ridotto con smettere di fumare
Mangiare Sano

Rischio di recidiva del morbo di Crohn ridotto con smettere di fumare

Il rischio di recidiva del morbo di Crohn (CD) è ridotto con smettere di fumare. Si stima che 1,6 milioni di americani soffrano di malattia infiammatoria intestinale (IBD). Il fumo è un fattore ambientale che è stato collegato allo sviluppo della malattia di Crohn. Gli autori hanno scritto in un comunicato stampa: "Il presente studio è in effetti il ​​secondo studio per valutare prospetticamente l'effetto della cessazione del fumo sulla recidiva del CD e il primo studio a farlo nell'era biologica."

Lo studio ha esaminato 573 Crohn pazienti che erano in remissione clinica con varie abitudini al fumo e sono stati tutti incoraggiati a smettere di fumare. Il team ha studiato le implicazioni che il fumo aveva sulla ricaduta clinica della malattia di Crohn.

I pazienti erano divisi in quattro gruppi: non fumatori, ex fumatori, fumatori continui e pazienti che avevano smesso di fumare.

I ricercatori hanno scoperto che il fumo era un fattore indipendente per la recidiva della malattia di Crohn. Fumatori continuati hanno mostrato precedenti ricadute e incidenze di recidive più elevate. Gli ex fumatori e fumatori che avevano smesso avevano tassi di recidiva simili ai non fumatori. I fumatori continuati avevano anche un'ammissione ospedaliera più alta e un bisogno più frequente di terapia steroidea, rispetto ai non fumatori.

I ricercatori scrissero, "Attualmente, i pazienti con CD non sono ancora a conoscenza del rischio correlato alla loro abitudine al fumo. Anche quando la consapevolezza è più alta, pochissimi fumatori con CD sono adeguatamente offerti per smettere di fumare. È importante sottolineare che, senza istruzione e in assenza di strategie per smettere di fumare, pochissimi pazienti con CD abbandonano spontaneamente. Recenti studi prospettici hanno dimostrato che gli alti tassi di cessazione del fumo (compresi tra il 12 e il 37 per cento a un anno) sono possibili e questi pazienti dovrebbero essere effettivamente informati del rischio e offrire supporto educativo e terapeutico per smettere o ridurre il consumo di tabacco. "

Smettere di fumare con il morbo di Crohn

È stato riscontrato che il morbo di Crohn presenta tassi più elevati tra i fumatori rispetto ai non fumatori, e anche se smettere di fumare può migliorare i tassi di recidiva, non è consigliabile andare in tacchino freddo perché può peggiorare I sintomi della malattia di Crohn possono peggiorare e accendere razzi.

Molte ricerche hanno mostrato legami tra il morbo di Crohn e il fumo e la nicotina può essere la causa della, come la nicotina i cerotti e le gomme da masticare causano anche riacutizzazioni.

Se stai cercando di smettere di fumare ma hai paura che il morbo di Crohn peggiori, dovresti parlare con il tuo medico delle tue opzioni. Molti pazienti hanno visto sollievo mentre si trovavano su Zyban, che è un farmaco che può aiutare nella cessazione del fumo.

La ricerca sulla cessazione dell'abitudine al fumo e il morbo di Crohn hanno rilevato che entro sei mesi dalla cessazione, gli ex fumatori soffrono di un minor numero di fiammate del Crohn rispetto ai fumatori - una riduzione del 65 percento.

La cessazione dell'abitudine al fumo può essere difficile, specialmente se hai il Crohn perché potresti sentirti peggio. Lavorare al fianco del medico per trovare il metodo migliore per uscire è l'ideale

Mangiare formaggi stagionati, funghi o mais può prevenire il cancro al fegato e aumentare la durata della vita: Studio
Perché dovresti mangiare più banane

Lascia Il Tuo Commento