Il tasso di malattia di Crohn è più alto negli stati con alti tassi di fumo: studio
Mangiare Sano

Il tasso di malattia di Crohn è più alto negli stati con alti tassi di fumo: studio

Secondo uno studio condotto presso il Price Institute of Surgical Research, a Louisville, nel Kentucky, e pubblicato nel Journal of Clinical Gastroenterology , gli Stati Uniti riportano anche i più alti tassi di malattia di Crohn (CD) alti tassi di fumo.

Per lo studio, i ricercatori hanno incorporato un'analisi di regressione lineare dei dati nazionali. Dopo aver analizzato tutti i dati rilevanti, i ricercatori hanno concluso che esiste una correlazione tra i tassi di fumo a livello regionale e il numero di malattia di Crohn scarichi ospedalieri per quella regione. Prima dello studio, i ricercatori avevano una teoria, basata su un fatto accertato che rispetto ai pazienti con CD non fumatori, i pazienti affetti da CD hanno un rischio aumentato di 2,5 volte di recidiva chirurgica e il doppio della probabilità di recidiva della malattia. Lo studio ha dimostrato che la loro teoria era ben fondata.
Stati Uniti afferma con elevati scarichi ospedalieri per il morbo di Crohn: Per la prima parte dello studio, i ricercatori hanno progettato uno studio basato sulla popolazione e analizzato il Progetto di costo e utilizzo sanitario (HCUP) per avere accesso ai dati di dimissione sul morbo di Crohn, ulcerosi colite e cancro ai polmoni. L'HCUP raccoglie e memorizza le informazioni sullo scarico del paziente da 30 stati degli USA.

U.S. stati con alti tassi di fumo: Per la parte successiva dello studio - trovando i tassi stimati di prevalenza del fumo tra i residenti adulti negli stessi 30 stati - i ricercatori hanno analizzato i dati dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. West Virginia, Tennessee, Oklahoma, Kentucky e Missouri sono gli stati con i tassi di fumo più alti, in cui fuma quasi il 25% della popolazione adulta. D'altra parte, il New Jersey, il Maryland, l'Utah, la California e l'Arizona, avevano la percentuale più bassa di fumatori.

Correlazione tra alti Stati americani fumatori e alto morbo di Crohn Stati USA: I risultati hanno dimostrato che mentre non c'era indicazione di una relazione tra fumo e degenza ospedaliera per la colite ulcerosa, c'era una correlazione definita tra fumo e scarichi ospedalieri per il morbo di Crohn.

Gli effetti del fumo sul morbo di Crohn

I pazienti con malattia di Crohn che fumano potrebbero avere riacutizzazione dei sintomi come dolore addominale e diarrea più frequentemente rispetto ai pazienti che non fumano. Inoltre affrontano un rischio maggiore di ripetere gli interventi chirurgici e hanno bisogno di più farmaci per la loro condizione, rispetto alle loro controparti non fumatori. Mentre i ricercatori non sono esattamente sicuri di come il fumo in Crohn aggravi i sintomi della malattia, sospettano che il fumo di sigaretta danneggi le membrane mucose protettive nel sistema digestivo, aumentando così il rischio di infiammazione.

Ci sono alcuni studi dall'Inghilterra che suggeriscono che il fumo può peggiorare il Crohn e altre malattie infiammatorie intestinali limitando il flusso sanguigno. Credono che bloccando il flusso di sangue, si blocca anche l'azione di sostanze che hanno il potenziale per ridurre l'infiammazione. Inoltre, ci sono prove sufficienti a sostegno del fatto che il fumo può rendere meno efficaci molti farmaci. Quale potrebbe essere la ragione per cui alcuni farmaci antinfiammatori perdono la loro potenza nei fumatori con Crohn.

Smettere di fumare per la salute generale

Gli effetti negativi sulla salute del fumo includono un aumento del rischio di cancro al polmone e di altro tipo, malattie cardiache e ulcere, insieme a una miriade di altre condizioni. Questo è il motivo per cui una delle prime cose che la maggior parte dei medici suggerisce ai pazienti con malattia di Crohn è smettere di fumare se lo fanno. Dare dei calci all'abitudine farà molto bene ai pazienti quando si tratta di ridurre la gravità dei sintomi della malattia di Crohn e anche di prevenire altri problemi di salute. Se fumi e ti è stata diagnosticata la malattia di Crohn, il primo passo è creare una strategia per smettere di fumare. Il tuo prossimo passo è seguire la strategia.

Mentre ci sono molte ragioni per smettere di fumare, vincere la guerra contro il morbo di Crohn è un eccellente motore di motivazione. Dopo tutto, uno studio recente ha rilevato che i fumatori con Crohn hanno più probabilità di manifestare sintomi gravi rispetto a quelli che non si accendono.

Il team è molto eccitato dai risultati dello studio in quanto dimostra la loro ipotesi sulla correlazione tra La malattia di Crohn e il fumo erano corretti. Tuttavia, i ricercatori sono consapevoli che sono necessarie ulteriori ricerche per consolidare il sospetto legame tra il fumo e lo sviluppo della malattia di Crohn.

Mese di sensibilizzazione al celiaco: emicrania, IBS, malattie del fegato, morbo di Crohn, osteoporosi
Nausea dopo aver mangiato: cause e trattamento

Lascia Il Tuo Commento