Intolleranza al glutine correlata alla malattia celiaca legata ai batteri intestinali
Salute

Intolleranza al glutine correlata alla malattia celiaca legata ai batteri intestinali

La celiachia, classificata come intollerante al glutine, è stata collegata ai batteri intestinali, suggeriscono nuovi risultati. I ricercatori interessati alla celiachia si sono spesso domandati perché solo dal due al cinque percento della popolazione sviluppa intolleranza al glutine. Sia i fattori ambientali sia i microrganismi sono stati esaminati come potenziali cause. Per approfondire la loro ricerca, i ricercatori hanno utilizzato modelli murini murini con sensibilità al glutine e hanno trovato il microbioma intestinale svolge un ruolo importante nella risposta del corpo al glutine.

La ricercatrice principale, Elena F. Verdu, ha detto: "È importante, i nostri dati sostengono che l'aumento riconosciuto della prevalenza della malattia celiaca nella popolazione generale negli ultimi 50 anni potrebbe essere guidato, almeno in parte, da perturbazioni nell'ecologia microbica intestinale. Terapie specifiche basate su microbiota possono aiutare nella prevenzione o nel trattamento della malattia celiaca in soggetti con moderato rischio genetico. "

Il gene DQ8 ha reso i topi geneticamente suscettibili alle risposte infiammatorie da glutine. Le risposte nei topi con DQ8 sono state confrontate con topi con diversi microrganismi intestinali.

Ciò che è noto sulla celiachia è la proliferazione e l'attivazione dei linfociti intraepiteliali (IEL) è un segno distintivo. Nei topi privi di germi, la risposta IEL indotta dal glutine ha portato ad un aumento della morte cellulare, insieme a cambiamenti nei villi (rivestimento dell'intestino tenue). Anticorpi contro il glutine sono stati creati anche in questi topi.

In topi opportunisti limitati patogeni indotti da glutine sono stati prevenuti. Questo è stato soppresso quando i topi puliti esenti da agenti patogeni specifici (SPF) hanno ricevuto E.coli enteroaderente. Il Dott. Verdu ha aggiunto: "Questi studi dimostrano che la perturbazione della colonizzazione microbica precoce nella vita e l'induzione della disbiosi (squilibrio microbico all'interno del corpo), caratterizzata da un aumento dei Proteobacteria, aumenta la gravità delle risposte indotte dal glutine nei topi geneticamente predisposti alla sensibilità al glutine. "

Robin G. Lorenz, Ph.D., in un commento di accompagnamento ha scritto che i risultati," patogeni opportunistici implicati appartenenti al gene Proteobacteria nella celiachia; tuttavia, ciò non indica che i Proteobacteria causino la malattia celiaca. "

Si stima che quasi 83% di americani non siano diagnosticati o diagnosticati erroneamente con celiachia, ma solo un percento di la popolazione è colpita. La celiachia è intolleranza a glutine - una proteina presente in molti prodotti a grano e grano comuni. La celiachia può causare sintomi come dolore addominale, meteorismo, stitichezza, diarrea, nausea e vomito.

I risultati sono stati pubblicati su The American Journal of Pathology .

Leggi anche: Diagnosi della celiachia più facile con nuovo esame del sangue indolore
Celiachia: sintomi e rimedi

Fonte:
//www.eurekalert.org/pub_releases/2015-10

Riepilogo settimanale di notizie sulla salute: dolore lombare, dolore alle articolazioni sacro-iliache, morbo di Alzheimer, artrite del pollice, perdita di memoria
Molti pazienti di Medicare utilizzano in modo errato farmaci per la pressione del sangue

Lascia Il Tuo Commento