Cataratta e malattia di Alzheimer legate al gene comune: Studio
Salute

Cataratta e malattia di Alzheimer legate al gene comune: Studio

La cataratta e la malattia di Alzheimer sono state trovate collegato a un gene comune. Entrambe le condizioni si presentano con l'età, ma le ultime scoperte ora aggiungono ulteriori prove a un legame genetico.

I ricercatori hanno esaminato la risonanza magnetica cerebrale dei partecipanti alla coorte Framingham Offspring Eye Study. I ricercatori hanno trovato una forte correlazione tra la cataratta corticale e la degenerazione del cervello correlata alla malattia di Alzheimer. Particolarmente colpito è stato il volume del corno temporale, una parte del cervello che è comunemente ingrandita nella malattia di Alzheimer. La cataratta corticale era anche associata a prestazioni peggiori nei test cognitivi.

È stato anche condotto uno studio di associazione genome-wide esaminando circa 190.000 polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) o variazioni di sequenza del DNA. I ricercatori hanno scoperto tre SNP intronici specifici nella codifica del gene di una proteina essenziale nell'adesione delle cellule e nella formazione di strutture connettive.

L'autore senior Lindsay A. Farrer ha detto: "Anche se rimane molto lavoro da fare, un collegamento tra cataratta e Alzheimer la malattia supporta l'idea di un approccio sistemico, piuttosto che limitato al cervello, per i processi che portano alla malattia di Alzheimer. Questo studio dà la speranza che ci stiamo muovendo verso una diagnosi precoce e nuovi obiettivi di trattamento per questa malattia debilitante. "

Trattare la cataratta può alleviare i sintomi dell'Alzheimer

Uno studio alternativo ha scoperto che sottoporsi a interventi di cataratta può alleviare i sintomi della malattia di Alzheimer. L'autrice principale dello studio, la dott.ssa Brigitte Girard, ha dichiarato: "Volevamo sapere se un significativo miglioramento della visione avrebbe comportato cambiamenti dell'umore e del comportamento positivi, oppure potrebbe invece turbare le fragili strategie di coping di questi pazienti."

I ricercatori hanno arruolato 38 uomini e donne con malattia di Alzheimer lieve, tutte con cataratta in almeno un occhio. I partecipanti sono stati sottoposti a intervento di cataratta e tutti hanno riportato un notevole miglioramento della loro vista.

Anche la salute psicologica e cognitiva è stata testata un mese dopo l'intervento e ancora tre mesi dopo. Un paziente su quattro ha mostrato miglioramenti nelle capacità cognitive e nella memoria e persino nei sintomi depressivi. D'altra parte, i pazienti non hanno mostrato alcun miglioramento nel loro funzionamento quotidiano.

Anche il sonno è risultato migliorato dopo l'intervento chirurgico, il che significa che la chirurgia della cataratta può aiutare nei livelli di melatonina. Girard ha concluso: "Negli studi futuri, intendiamo imparare quali fattori, in particolare, hanno portato agli effetti positivi che abbiamo trovato, in modo da poter migliorare la qualità della vita per i malati di Alzheimer, le loro famiglie e gli operatori sanitari."

Leggi anche : Prevenire la cataratta in modo naturale: rimedi casalinghi e alimentazione

Maggiore capacità cognitiva legata a un miglior uso di farmaci negli uomini
Cataratta nucleare: cause, sintomi e trattamento

Lascia Il Tuo Commento