La salute delle ossa nelle donne in postmenopausa può essere migliorata con la terapia ormonale in menopausa: Studio
Salute

La salute delle ossa nelle donne in postmenopausa può essere migliorata con la terapia ormonale in menopausa: Studio

La salute delle ossa nelle donne in postmenopausa può essere migliorata con l'ormone della menopausa Il primo autore dello studio Georgios Papadakis ha spiegato, "Se usato nel giusto contesto, in particolare nelle donne in postmenopausa di età inferiore ai 60 anni per le quali i benefici superano i rischi, la terapia ormonale in menopausa è efficace sia per la prevenzione che per il trattamento dell'osteoporosi. "

L'osteoporosi è una malattia ossea progressiva che colpisce le donne più degli uomini. L'estrogeno offre benefici protettivi alle donne, ma man mano che i livelli iniziano a scendere in menopausa, tali benefici protettivi non sono più disponibili, con conseguente perdita di densità minerale ossea e un aumentato rischio di sviluppare l'osteoporosi.

Lo studio trasversale è apparso a 1279 donne di età superiore ai 50 anni. Il 22% di esse è stato sottoposto a terapia ormonale in menopausa (MHT), il 30% erano utenti passati e il 48% delle donne non ha mai usato MHT.

Sulla base dei risultati alle donne è stato assegnato un punteggio osseo trabecolare, che valuta la qualità ossea sottostante e può predire il rischio di fratture ossee.

Sia l'età che l'indice di massa corporea hanno contribuito alla salute delle ossa, con altre variabili come calcio, vitamina D e storia di fratture.

I ricercatori hanno trovato un punteggio dell'osso trabecolare più alto negli attuali utilizzatori di MHT, rispetto agli utenti passati oa coloro che non hanno mai usato l'MHT. La densità di massa ossea era anche più alta negli utenti attuali. La durata di MHT non era un fattore di salute delle ossa.

Papadakis ha concluso, "Le donne in menopausa dovrebbero prendere nota di questo studio, perché i suoi risultati possono aiutare a ottimizzare l'uso del trattamento ormonale in menopausa nelle donne a rischio di osteoporosi. "

Menopausa e ossa

L'osteoporosi è più comunemente osservata nelle donne di età superiore ai 50 anni. Questo molto coincide con il momento in cui le donne entrano o stanno finendo la menopausa. Il legame tra menopausa e osteoporosi è abbastanza semplice - come detto, tutto si riduce agli estrogeni.

A parte un calo di estrogeni, ci sono altri fattori che giocano un ruolo nel rischio di sviluppare osteoporosi. Per cominciare, la quantità di ossa che una donna ha nel momento in cui raggiunge la menopausa gioca un ruolo, insieme al tasso di perdita ossea che si verifica dopo la menopausa - per alcune donne, questo può essere un processo lento, mentre altri perdono rapidamente le ossa.

Per alcune donne, è utile sottoporsi a terapia ormonale sostitutiva, che non solo aiuta i sintomi della menopausa, ma può anche offrire una maggiore protezione contro la perdita ossea risultante dal calo dei livelli di estrogeni.

Anche se si può pensare di essere una donna automaticamente ti firma per sviluppare l'osteoporosi, questo non è sempre il caso. Esistono strategie per ridurre il rischio di osteoporosi, che includono una dieta ricca di calcio, l'assunzione di vitamina D adeguata, l'esercizio regolare, la riduzione della caffeina e l'assunzione di alcool e il non fumo.

L'unico sintomo che non dovresti mai ignorare
Pertosse, diffusione nella contea di Reno, Kansas

Lascia Il Tuo Commento