Essere sovrappeso, obesi nella prima età legati al rischio di morte cardiaca
Salute

Essere sovrappeso, obesi nella prima età legati al rischio di morte cardiaca

Nuova ricerca ha scoperto che essere sovrappeso o obesi durante l'età adulta aumenta il rischio di morte cardiaca se il peso è elevato nella prima età adulta. Lo studio è stato condotto su oltre 72.000 donne ed è stato pubblicato su JACC: Clinical Electrophysiology .

L'autore dello studio principale, la dott.ssa Stephanie Chiuve, ha dichiarato: "Abbiamo scoperto che è importante mantenere un peso sano per tutto età adulta come modo per ridurre al minimo il rischio di morte cardiaca improvvisa. "L'impatto della morte cardiaca improvvisa non si cancella completamente con la perdita di peso più tardi nella vita.

I partecipanti hanno fornito informazioni su altezza e peso, che hanno dovuto ricordare da quando Erano 18. I questionari venivano compilati ogni due anni.

Lo studio analizzava la relazione tra indice di massa corporea (BMI), aumento di peso e rischio di morte cardiaca improvvisa. Durante il periodo di studio di 32 anni si sono verificati 445 casi di morte cardiaca improvvisa, sono stati osservati 1.286 casi di cardiopatia ischemica fatale e ci sono stati 2.272 attacchi cardiaci non fatali.

Le donne con un IMC più elevato in età adulta erano a più alto rischio di morte cardiaca improvvisa. Le donne sovrappeso e obese erano 1,5 e due volte più probabilità di soccombere alla morte cardiaca improvvisa nel corso di due anni, rispetto alle donne BMI sane.

Ulteriori risultati hanno rivelato che anche se la donna non aveva un BMI alto a 18 anni, diventare sovrappeso in età adulta aumentava ancora il rischio di morte cardiaca improvvisa.

Dr. Chiuve ha aggiunto: "Quasi tre quarti di tutte le morti cardiache improvvise si verificano in pazienti non considerati ad alto rischio sulla base delle attuali linee guida. Dobbiamo cercare strategie di prevenzione più ampie per ridurre il peso della morte cardiaca improvvisa nella popolazione generale. "

Caporedattore a JACC: Clinical Electrophysiology , David J. Wilber, MD, ha aggiunto," Questo studio aggiunge un crescente numero di prove che gli effetti avversi dell'obesità sul ritmo cardiaco, in questo caso, rischio di morte improvvisa, iniziano nella prima età adulta. Sottolinea la necessità di identificare e trattare in anticipo soggetti ad alto rischio. "

Sebbene la ricerca sia osservativa e non sia in grado di determinare la causa e l'effetto, ribadisce l'importanza di mantenere un peso sano per tutta la vita al fine di ridurre i risultati negativi sulla salute.

Fonte:
//www.eurekalert.org/pub_releases/2015-11/acoc

7 Dolori che non dovresti mai ignorare
Ictus silenzioso comune tra gli anziani che soffrono di emicrania

Lascia Il Tuo Commento