I pazienti con malattia di Alzheimer con malattia gengivale (parodontite) mostrano tassi più alti di declino cognitivo: Studio
Organi

I pazienti con malattia di Alzheimer con malattia gengivale (parodontite) mostrano tassi più alti di declino cognitivo: Studio

Morbo di Alzheimer pazienti con malattia gengivale (parodontite) mostrano tassi più alti di declino cognitivo. I ricercatori dell'Università di Southampton e del King's College di Londra hanno scoperto che la parodontite è comune tra le persone anziane e può diventare più comune tra quelli con malattia di Alzheimer a causa del ritardo nell'igiene orale poiché i pazienti diventano smemorati di prendersi cura della propria salute orale. Livelli più elevati di anticorpi contro i batteri parodontali aumentano l'infiammazione in tutto il corpo, aumentando il rischio di malattia di Alzheimer.

Lo studio ha incluso 59 partecipanti con malattia di Alzheimer da lieve a moderata. I loro campioni di sangue sono stati valutati per misurare i marcatori infiammatori. Anche la salute dentale è stata esaminata e 52 partecipanti hanno seguito il follow-up sei mesi più tardi.

La presenza di parodontite al basale è stata associata ad un aumento di sei volte del tasso di declino cognitivo nel periodo di follow-up di sei mesi. Ciò ha portato gli autori a concludere che la malattia gengivale è associata a un maggiore declino cognitivo, probabilmente legato alla risposta infiammatoria.

L'autore senior Clive Holmes ha detto: "Questi sono risultati molto interessanti che si basano su precedenti lavori che dimostrano che l'infiammazione cronica le condizioni hanno un effetto dannoso sulla progressione della malattia nelle persone con malattia di Alzheimer. Il nostro studio era piccolo ed è durato per sei mesi, quindi è necessario eseguire ulteriori studi per sviluppare questi risultati. Tuttavia, se esiste una relazione diretta tra parodontite e declino cognitivo, come suggerisce questo studio attuale, il trattamento della malattia gengivale potrebbe essere una possibile opzione di trattamento per l'Alzheimer. "

Il primo autore Dr. Mark Ide ha aggiunto:" La malattia di gomma è diffuso nel Regno Unito e negli Stati Uniti, e nei gruppi di età più avanzata si ritiene che sia una delle principali cause di perdita dei denti. Nel Regno Unito, nel 2009, circa l'80% degli adulti di età superiore ai 55 anni presentava evidenza di malattie gengivali, mentre il 40% degli adulti di età compresa tra 65 e 74 anni (e il 60% di quelli di età superiore a 75 anni) aveva meno di 21 dei 32 denti originali, con La metà di loro riferisce di malattie gengivali prima che perdano i denti. "

" Numerosi studi hanno dimostrato che avere pochi denti, probabilmente come conseguenza della precedente malattia di gomma, è associato a un maggior rischio di sviluppare demenza. Riteniamo inoltre, sulla base di vari risultati della ricerca, che la presenza di denti con malattia gengivosa attiva porta a livelli superiori del corpo di tipi di molecole infiammatorie, che sono anche stati associati ad un elevato rischio di altri esiti, come il declino cognitivo o malattia cardiovascolare. La ricerca ha suggerito che un trattamento efficace delle gengive può ridurre i livelli di queste molecole più vicino a quello osservato in uno stato di salute. "

" Studi precedenti hanno anche dimostrato che i pazienti con malattia di Alzheimer hanno una salute dentale peggiore rispetto ad altri di età simile e che il più grave è la demenza peggiore è la salute dentale, molto probabilmente riflette maggiori difficoltà nel prendersi cura di sé come la demenza diventa più grave ", ha concluso il Dr. Ide.

Suggerimenti per mantenere una buona salute orale con demenza

In demenza e morbo di Alzheimer malattia, i pazienti stanno progressivamente dimenticando. Ricordarsi di spazzolare e filo interdentale diventa una sfida più grande man mano che la malattia peggiora. È importante mantenere un'igiene orale corretta in quanto può avere conseguenze negative sulla salute generale. Ecco alcuni consigli per mantenere una buona igiene orale con la demenza.

  • Se una persona è nella fase iniziale della demenza, deve eseguire le pratiche di igiene orale da sole il più a lungo possibile - promemoria amichevoli e supervisione è ok
  • Una procedura di igiene orale deve essere stabilita in anticipo quando viene diagnosticata per la prima volta la demenza.
  • Quando la demenza progredisce e il paziente smette di preoccuparsi o diventa più smemorato, sono necessarie istruzioni guidate per garantire che il paziente segua ancora.
  • Il caregiver può spazzolare i denti del paziente facendo sedere il paziente su una sedia con il caregiver in piedi dietro il paziente che si tiene sulla testa per sostenere con una mano mentre si lavano i denti con l'altra.

Alcune indicazioni di tessuti per la salute orale nell'Alzheimer i pazienti includono il rifiuto di mangiare - cibo particolarmente duro o freddo, tiri frequenti al viso o alla bocca, lasciando la protesi fuori dalla bocca, maggiore irrequietezza, gemiti o urla, sonno disturbato, rifiuto di prendere parte alle attività e comportamento aggressivo.

Individuare precocemente i problemi di igiene orale può aiutare a ridurre il rischio di complicazioni e peggioramento della demenza.

Le cause di comportamento antisociale sono diverse per i ragazzi e le ragazze
La musicoterapia offre una nuova speranza per chi soffre di malattia di Alzheimer

Lascia Il Tuo Commento