Malattia di Alzheimer, demenza legata a carni fritte e grigliate
Organi

Malattia di Alzheimer, demenza legata a carni fritte e grigliate

La bistecca può avere un sapore e una sensazione eccezionali (dobbiamo essere d'accordo), ma non fa bene alla salute

Nei prossimi 10 anni, il numero di americani di età pari o superiore a 65 anni con malattia di Alzheimer raggiungerà i 7,1 milioni stimati. Si prevede che il numero di morti per diabete aumenterà di oltre il 50 percento. Sempre più ricerche indicano che lo stile di vita gioca un ruolo importante nel determinare il rischio di queste malattie. Una delle ultime scoperte punta il dito sul consumo di carne come fattore di contributo.

Malattia di Alzheimer e rischio di diabete legati a carni fritte e grigliate

Con l'avanzare dell'età, diventa più difficile per il nostro organismo ripararsi, quindi l'Alzheimer è più di una minaccia. La malattia attacca il cervello per più di un decennio prima che emergano sintomi di problemi di memoria e di demenza, e ora i medici dicono che gli studi sui farmaci stanno fallendo perché i pazienti sono trattati troppo tardi per fare la differenza.

Altri fattori che preparano il terreno per l'Alzheimer, includono geni ereditati, cambiamenti ormonali nelle donne, trauma cranico come commozioni cerebrali ripetute, condizioni infiammatorie e tutti i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari, tra cui il colesterolo alto e l'ipertensione. Sembra familiare?

Il diabete è stato anche associato a persone che soffrono di questa debilitante malattia del cervello. Quando si parla di diabete, razza, genetica, abitudini alimentari, inattività, peso e cellule del sistema immunitario danneggiate sono stati elencati come fattori di rischio.

Ricercatori della Icahn School of Medicine al Monte Sinai in New York dice che dovremmo considerare di aggiungere carne alla griglia all'elenco dei fattori di rischio per entrambe queste malattie. Riferiscono le loro scoperte sia con gli animali che con gli umani dimostrando che mangiare carne trattata al calore - carne che è stata grigliata o alla griglia - potrebbe aumentare il rischio di malattia di Alzheimer e diabete. Niente più costole per la prima infanzia sulla griglia, scusa!

Alti livelli di AGE legati a maggiori livelli di declino cognitivo e insulino-resistenza

Perché? I prodotti animali trattati termicamente contengono alti livelli di composti noti come "prodotti finali di glicazione" o AGE. Questo composto esiste ad un livello molto basso nel corpo; tuttavia, il consumo di cibi con livelli elevati aumenta il rischio di alcune malattie.

I ricercatori hanno prima esaminato i topi che consumavano cibi con alti livelli di AGE. Quelli che divoravano cibi con alti livelli del composto, come carni rosse, grassi saturi e carboidrati vuoti, avevano elevate quantità di ETA nel loro cervello. Hanno sviluppato disabilità cognitive e motorie. Avevano anche depositi di aminoacidi nel loro cervello che normalmente sono presenti durante lo sviluppo della malattia di Alzheimer. Questi stessi topi svilupparono ulteriormente la sindrome metabolica, che aumentò il loro rischio di diabete.

Dopo lo studio con topi, i ricercatori condussero uno studio clinico con persone sane di età superiore ai 60 anni. Alcuni di loro avevano alti livelli di ETA nel sangue mentre altri avevano bassi livelli di età. Dopo aver monitorato da vicino i soggetti per nove mesi, quelli con alti livelli di AGE hanno sviluppato un declino cognitivo e hanno mostrato segni di insulino-resistenza. Le persone con bassi livelli di ETA nel loro cervello sono rimaste in salute.

I risultati suggeriscono che una dieta a base di pesce, pollame, proteine ​​vegetali come fagioli e soia, cereali integrali, frutta e verdura fresca è il modo migliore per andare. Limita quei grassi saturi insalubri e carboidrati vuoti come pane bianco e cracker. Le carni rosse dovrebbero essere consumate solo in rare occasioni.

Il metodo di cottura è altrettanto importante. Gli alimenti che vengono cotti o trasformati a livelli di calore inferiori e in presenza di più acqua o liquido producono meno del composto nocivo che alla fine altera il cervello. Esci da quella pentola di coccio.

Potrebbe essere una vendita dura. Le statistiche mostrano che il 62 percento degli americani usa una griglia per tutto l'anno. Il team di ricerca riconosce che sono necessari ulteriori studi, ma affermano che queste nuove scoperte sono significative e dovrebbero indurci a pensare a come cambiare i nostri metodi di cottura e ad aggiungere più barbecue senza varietà! - alla nostra dieta

Fonte:
//www.theguardian.com/science/2014/feb/25/fried-grilled-meat-risk-diabetes-dementia-glycotoxins

Migliora la tua memoria con questo trucco ultra semplice
La depressione colpisce maschi e femmine in modo diverso

Lascia Il Tuo Commento