Qualità dell'aria legata al rischio di ictus
Salute

Qualità dell'aria legata al rischio di ictus

Uscire di casa al mattino può essere piuttosto rinfrescante quando una fresca brezza mattutina ti colpisce. Sfortunatamente, questa fresca brezza mattutina può essere osservata solo in luoghi limitati del pianeta. L'estesa industrializzazione ha portato a una scarsa qualità dell'aria, che ha accumulato particelle minuscole che potrebbero influire sulla salute del cuore e aumentare il rischio di ictus. Recenti studi di ricerca hanno determinato che l'attuale qualità dell'aria esterna ha superato i livelli accettabili ritenuti sicuri per la salute del cuore. I livelli di inquinanti nell'aria sono stati determinati per essere più alti nelle aree urbane, e sì, l'aria nelle aree rurali ora è anche inquinata.

Secondo l'ultima dichiarazione dell'American Health Association (AHA) pubblicata sulla rivista Circulation, l'accumulo di sforzi di ricerca scientifica e medica ha scoperto il meccanismo reale attraverso il quale il particolato nell'aria influisce sulla salute del cuore. Nell'atmosfera inquinata sono presenti particelle molto fini di dimensioni inferiori a 2,5 micron. La presenza di queste particelle è stata fortemente associata ad un aumento dell'incidenza di disturbi vascolari, inclusi infarto e ictus. La salute generale del cuore degli individui esposti è anche a rischio di particelle d'aria, con conseguente battito cardiaco anormale o aritmia e altre condizioni vascolari deleterie come l'insufficienza cardiaca. Una caratteristica allarmante della dichiarazione AHA è che l'insufficienza cardiaca e l'ictus possono verificarsi in poche ore o giorni in un individuo con problemi di salute cardiaca.

La dichiarazione di salute del cuore AHA descrive anche particelle più piccole (<0,1 micron di dimensioni) nell'aria inquinata, che è effettivamente presente nei fumi gassosi come quelli emessi dalle automobili durante il traffico intenso. Questi materiali ultrafini possono facilmente entrare nel sistema vascolare del corpo umano e indurre il rafforzamento dei vasi sanguigni. Questa costrizione può ridurre significativamente la quantità di ossigeno che viene trasportato al resto del corpo, con un effetto simile a quello di un ictus, che è la rottura di un vaso sanguigno nel cervello, impedendo la circolazione di sangue ossigenato all'intero corpo.

È stato anche segnalato che il particolato nell'aria inquinata aumenta la pressione sanguigna sistemica degli individui esposti, aumentando ulteriormente il rischio di disturbi vascolari e ictus. Ulteriori effetti dell'inquinamento atmosferico comprendono cambiamenti nella capacità di coagulazione del sangue, che è la caratteristica principale di un ictus, e modifiche nella proteina coagulante, la trombina. È stato anche segnalato che l'inquinamento atmosferico riduce la capacità del corpo di suscitare una risposta immunitaria a particelle estranee, che si verificano in siti di infezione o lesioni attraverso il sistema vascolare. I tessuti vascolari sono quindi più inclini all'infiammazione, che a sua volta può causare il deterioramento della salute del cuore e, soprattutto, aumentare il rischio di ictus.

L'affermazione dell'AHA sottolinea anche l'effetto negativo del particolato sullo sviluppo dell'aterosclerosi, o l'accumulo di depositi di grasso sulle pareti dei tessuti vascolari. La deposizione continua di grassi può impedire la circolazione sanguigna, con conseguente degenerazione della salute del cuore. Inoltre, il blocco nei tessuti vascolari può anche indurre il verificarsi di un ictus.

L'inquinamento atmosferico può colpire qualsiasi individuo, tuttavia è anche importante sapere che ci sono alcuni gruppi che sono inclini agli effetti negativi del particolato su salute del cuore e rischio di ictus. Secondo la dichiarazione dell'AHA, i bambini e gli anziani hanno un rischio maggiore di sviluppare malattie vascolari dall'esposizione ad aria inquinata. Nel caso dei bambini, l'inquinamento atmosferico può impedire l'ulteriore sviluppo dei tessuti vascolari e immunitari, inibendo così questi giovani individui dal raggiungere le loro migliori condizioni di salute del cuore quando raggiungono l'età adulta. D'altra parte, gli anziani hanno una capacità limitata di combattere particelle estranee nei loro corpi, aumentando così le loro possibilità di soffrire di ictus, sviluppare disordini vascolari e infine distruggere la loro salute cardiaca.

Uscire di casa al mattino può essere piuttosto rinfrescante quando una fresca brezza mattutina ti colpisce sul viso. Sfortunatamente, questa fresca brezza mattutina può essere osservata solo in luoghi limitati del pianeta. L'estesa industrializzazione ha portato a una scarsa qualità dell'aria, che ha accumulato particelle minuscole che potrebbero influire sulla salute del cuore e aumentare il rischio di ictus. Recenti studi di ricerca hanno determinato che l'attuale qualità dell'aria esterna ha superato i livelli accettabili ritenuti sicuri per la salute del cuore. I livelli di inquinanti nell'aria sono stati determinati per essere più alti nelle aree urbane, e sì, l'aria nelle aree rurali ora è anche inquinata.

Secondo l'ultima dichiarazione dell'American Health Association (AHA) pubblicata sulla rivista Circulation, l'accumulo di sforzi di ricerca scientifica e medica ha scoperto il meccanismo reale attraverso il quale il particolato nell'aria influisce sulla salute del cuore. Nell'atmosfera inquinata sono presenti particelle molto fini di dimensioni inferiori a 2,5 micron. La presenza di queste particelle è stata fortemente associata ad un aumento dell'incidenza di disturbi vascolari, inclusi infarto e ictus. La salute generale del cuore degli individui esposti è anche a rischio di particelle d'aria, con conseguente battito cardiaco anormale o aritmia e altre condizioni vascolari deleterie come l'insufficienza cardiaca. Una caratteristica allarmante della dichiarazione AHA è che l'insufficienza cardiaca e l'ictus possono verificarsi in poche ore o giorni in un individuo con problemi di salute cardiaca.

La dichiarazione di salute del cuore AHA descrive anche particelle più piccole (<0,1 micron di dimensioni) nell'aria inquinata, che è effettivamente presente nei fumi gassosi come quelli emessi dalle automobili durante il traffico intenso. Questi materiali ultrafini possono facilmente entrare nel sistema vascolare del corpo umano e indurre il rafforzamento dei vasi sanguigni. Questa costrizione può ridurre significativamente la quantità di ossigeno che viene trasportato al resto del corpo, con un effetto simile a quello di un ictus, che è la rottura di un vaso sanguigno nel cervello, impedendo la circolazione di sangue ossigenato all'intero corpo.

È stato anche segnalato che il particolato nell'aria inquinata aumenta la pressione sanguigna sistemica degli individui esposti, aumentando ulteriormente il rischio di disturbi vascolari e ictus. Ulteriori effetti dell'inquinamento atmosferico comprendono cambiamenti nella capacità di coagulazione del sangue, che è la caratteristica principale di un ictus, e modifiche nella proteina coagulante, la trombina. È stato anche segnalato che l'inquinamento atmosferico riduce la capacità del corpo di suscitare una risposta immunitaria a particelle estranee, che si verificano in siti di infezione o lesioni attraverso il sistema vascolare. I tessuti vascolari sono quindi più inclini all'infiammazione, che a sua volta può causare il deterioramento della salute del cuore e, soprattutto, aumentare il rischio di ictus.

L'affermazione dell'AHA sottolinea anche l'effetto negativo del particolato sullo sviluppo dell'aterosclerosi, o l'accumulo di depositi di grasso sulle pareti dei tessuti vascolari. La deposizione continua di grassi può impedire la circolazione sanguigna, con conseguente degenerazione della salute del cuore. Inoltre, il blocco nei tessuti vascolari può anche indurre il verificarsi di un ictus.

L'inquinamento atmosferico può colpire qualsiasi individuo, tuttavia è anche importante sapere che ci sono alcuni gruppi che sono inclini agli effetti negativi del particolato su salute del cuore e rischio di ictus. Secondo la dichiarazione dell'AHA, i bambini e gli anziani hanno un rischio maggiore di sviluppare malattie vascolari dall'esposizione ad aria inquinata. Nel caso dei bambini, l'inquinamento atmosferico può impedire l'ulteriore sviluppo dei tessuti vascolari e immunitari, inibendo così questi giovani individui dal raggiungere le loro migliori condizioni di salute del cuore quando raggiungono l'età adulta. D'altra parte, gli anziani hanno una capacità limitata di combattere particelle estranee nei loro corpi, aumentando così le loro possibilità di soffrire di ictus, sviluppare disordini vascolari e infine distruggere la loro salute cardiaca.

L'ansia sul posto di lavoro riduce le prestazioni lavorative
Uso di marijuana legato a malattie gengivali

Lascia Il Tuo Commento