L'inquinamento atmosferico porta a danni ai reni: Studio
Salute

L'inquinamento atmosferico porta a danni ai reni: Studio

luoghi con una popolazione densa di persone come una grande città, sono previsti aumenti dei livelli di popolazione aerea. Automobili, centrali elettriche e persino discariche di spazzatura producono tutte sostanze nocive che si disperdono nell'aria e potenzialmente nei polmoni.

È già noto che l'inquinamento atmosferico è legato a condizioni di salute importanti come l'asma, le malattie cardiache, ictus, e persino il cancro. Secondo una nuova ricerca della Scuola di Medicina dell'Università di Washington a St. Louis, questa lista dovrebbe essere aggiunta ai reni.

Conseguenze dell'inquinamento atmosferico

Secondo il dipartimento di protezione ambientale, l'inquinamento atmosferico può essere dannoso per la nostra salute in alte concentrazioni. Fattori come lo smog urbano, l'inquinamento da particelle e gli inquinanti tossici che milioni di americani si espongono possono alla fine manifestarsi in seri problemi di salute. Con una sufficiente esposizione a questo elemento di inquinamento, le persone possono sperimentare:

  • Irritazione di occhi, naso e gola
  • Respiro sibilante, tosse, senso di oppressione al petto e difficoltà respiratorie
  • Peggiore di esistere problemi polmonari o cardiaci, come l'asma
  • Aumento del rischio di infarto

L'esposizione a lungo termine può essere ancora più dannosa per la nostra salute, poiché nel tempo, i danni al sistema immunitario, neurologico, riproduttivo e respiratorio possono lasciare individui con condizioni debilitanti croniche. Lo sviluppo del cancro è anche un rischio di esposizione all'inquinamento atmosferico a lungo termine.

Raccolta di anni di dati

In collaborazione con scienziati del Centro di epidemiologia clinica dei veterani degli affari, il team ha valutato l'effetto dell'inquinamento atmosferico sul rene malattia su quasi 2,5 milioni di persone per un periodo di 8,5 anni. La qualità dell'aria durante questo periodo è stata valutata utilizzando i dati raccolti dalla Environmental Protection Agency (EPA) e dall'Aeronautica e dall'Aeronautica Nazionale (NASA).

I loro risultati suggeriscono che 44.793 nuovi casi di malattie renali e 2.438 nuovi casi di rene il fallimento potrebbe essere stato attribuito ai livelli di inquinamento atmosferico che hanno superato la soglia EPA di 12 microgrammi per metro cubo di aria.
Questa soglia rappresenta il livello più elevato di inquinamento atmosferico considerato sicuro per l'inalazione da parte del pubblico. Questo limite è stato fissato dal Clean Air Act del 1990 e aggiornato nel 2012.

"I dati sul rapporto tra inquinamento atmosferico e malattie renali negli esseri umani sono stati scarsi, tuttavia, una volta analizzati i dati, il legame tra inquinamento atmosferico e lo sviluppo della malattia renale era chiaro, "s aiuto Ziyad Al-Aly, MD, autore senior dello studio e assistente professore di medicina presso l'Università di Washington.

Organi danneggiati semplicemente facendo il loro lavoro

Il lavoro del nostro rene consiste nel filtrare i rifiuti e le particelle fini nel sangue.I nostri polmoni svolgono un'azione simile con l'aria che respiriamo.Poltrette, polvere, fumo, fuliggine e gocce di liquido microscopiche trasportate dall'aria hanno invaso il flusso sanguigno, portando per distruggere gli organi, e ora mostra evidenza di un'interruzione della normale funzione renale.

"Nelle nostre analisi, il rischio di malattia renale cronica e la sua progressione era più pronunciato ai più alti livelli di concentrazione di polveri sottili fini. Ciò suggerisce che sono necessari ulteriori studi per una valutazione più ampia del carico globale di malattia renale attribuibile all'inquinamento atmosferico ", ha detto Al-Aly.

Mito rotto: il sale è effettivamente buono
5 Cose che devi sapere sul tuo colesterolo

Lascia Il Tuo Commento