Agitazione e ansia nella malattia di Alzheimer: opzioni di trattamento per i sintomi comportamentali di demenza
Organi

Agitazione e ansia nella malattia di Alzheimer: opzioni di trattamento per i sintomi comportamentali di demenza

L'agitazione e l'ansia nella malattia di Alzheimer sono solo alcuni dei possibili sintomi comportamentali che un paziente può avere. Questi sintomi si sviluppano spesso negli stadi successivi della malattia di Alzheimer. L'agitazione può presentarsi come sfogo verbale o fisico, sofferenza emotiva generale, irrequietezza, stimolazione o persino frantumazione della carta.

Capire la causa alla radice dei sintomi comportamentali nella malattia di Alzheimer può aiutare il badante a calmare il paziente oa gestire meglio la situazione.

Cause dei sintomi comportamentali nella malattia di Alzheimer

Come accennato, è importante comprendere qualsiasi possibile causa alla base che possa contribuire a cambiamenti comportamentali nella malattia di Alzheimer. Le cause comuni di questi sintomi includono:

  • Infezioni
  • Costipazione
  • Problemi uditivi o visivi non corretti
  • Dolore
  • Effetto collaterale del farmaco
  • Modifica dell'assetto del caregiver
  • Ingresso in un ospedale
  • Viaggiare
  • Presenza di ospiti della casa
  • Trasferirsi in una nuova casa
  • Inserire assistenza a lungo termine
  • Difficoltà nell'esprimere bisogni o desideri
  • Paura
  • Affaticamento

Trattamento di agitazione in pazienti anziani con demenza

Quando si tratta di trattare l'ansia e l'agitazione nella malattia di Alzheimer, ci sono due approcci principali: strategie non farmacologiche e farmaci da prescrizione.

Le strategie non farmacologiche includono:

  • Creazione di un ambiente calmo
  • Tentativo per identificare la causa del cambiamento di comportamento
  • Non prendere il comportamento personalmente
  • Controllare i bisogni come la fame, la sete o la voglia di usare il bagno
  • Monitorare i livelli di comfort
  • Avere il paziente esercitare
  • Reindirizzare l'attenzione del paziente
  • Consentire un riposo adeguato tra le attività
  • In aumento misure di sicurezza intorno alla casa, vale a dire uso di serrature su porte o tappeti antiscivolo
  • Alleviante confusione
  • Riduzione del rischio di incendi
  • Uso di illuminazione appropriata

Ricorda che se una persona è agitata o ansiosa, è importante che crei un ambiente calmo e usi una formulazione positiva. Rassicura la persona che è al sicuro e che sei lì per aiutarli. Rallenta le tue parole e le tue azioni e offri soluzioni semplici a qualunque possa essere la causa della loro agitazione o ansia. Evitare di alzare la voce, diventare violento, esigente o affrettato, limitare il paziente o ignorare la situazione.

Se le opzioni di trattamento non farmacologico non hanno successo, puoi parlare con il medico del paziente dei farmaci prescritti per facilitare il comportamento sintomi.

Demenza e musica: impatto positivo sulla funzione cognitiva, sull'umore e sulle relazioni dei pazienti
Test delle feci efficace per rilevare il cancro del colon

Lascia Il Tuo Commento