La scoperta accidentale può produrre cure per la calvizie
Salute

La scoperta accidentale può produrre cure per la calvizie

I nostri capelli che girano una tonalità argentea di grigio è un fatto generale della vita quando invecchiamo. Mentre a qualcuno potrebbe non importare il nuovo colore dei capelli, può sembrare distinto da qualcuno, altri potrebbero pensare che li faccia sembrare più vecchi di quanto non provano. Ma questo cambiamento nel colore dei capelli non è all'altezza del dispiacere che la perdita di capelli può portare, come quasi il 20 per cento della popolazione maschile negli Stati Uniti ti dirà sicuramente. Sia che si tratti di capelli grigi o che perderli del tutto, sappiamo che la genetica gioca un ruolo in questi processi e che non esiste una vera cura per entrambi. Tuttavia, recentemente i ricercatori hanno scoperto i meccanismi alla base di entrambe le condizioni follicolari, trovandolo mentre studiavano una malattia genetica rara non correlata.

I ricercatori del Centro per il cancro globale Harold C. Simmons dell'Università del Texas a sud-ovest di Dallas stavano studiando una malattia chiamata neurofibromatosi tipo 1 (NF1), una condizione genetica per cui i tumori crescono sui nervi. Stavano cercando di identificare perché questa condizione si verifica e il motivo dello sviluppo del tumore nella sua posizione caratteristica. Invece, hanno scoperto i processi responsabili della perdita di capelli e dell'abbronzatura, che potrebbero potenzialmente portare a nuovi trattamenti per entrambi.

La precedente ricerca sui capelli umani ha scoperto che i follicoli contengono cellule staminali che svolgono un ruolo nella produzione dei capelli, con i capelli pigmentazione che coinvolge una proteina chiamata fattore di cellule staminali (SCF). In questo studio particolare, tuttavia, si è scoperto che una volta che le cellule staminali si muovono alla base del follicolo pilifero, una proteina chiamata KROX20 - coinvolta nelle cellule della pelle attivate dallo sviluppo dei nervi che formano i capelli, conosciute come cellule progenitrici dei capelli.

Hanno usato studi sui topi per fare alcuni test. Quando l'SCF fu eliminato nei topi, scoprirono che stimolava la crescita dei capelli grigi che diventavano bianchi con l'età. Quando le cellule produttrici di KROX20 sono state eliminate completamente, i topi ora hanno fatto crescere i capelli.
Questa ricerca indica che KROX20 e SCF svolgono un ruolo chiave nella perdita di capelli e nel colore dei capelli, ma richiedono studi umani per confermare i risultati osservati nei topi. I ricercatori ritengono che questa scoperta, pur essendo puramente casuale, sia promettente per nuovi trattamenti e terapie per la calvizie e per i capelli brizzolati.

"Sebbene questo progetto sia stato avviato per capire come si formano certi tipi di tumori, abbiamo concluso imparare perché i capelli diventano grigi e scoprire l'identità della cellula che dà origine ai capelli. Con questa conoscenza, speriamo in futuro di creare un composto topico o di consegnare in sicurezza il gene necessario ai follicoli piliferi per correggere questi problemi estetici, "ha detto il coautore dello studio Dr. Lu Le.

Demenza diagnosticata prima con QDRS
Problemi di memoria dopo la menopausa

Lascia Il Tuo Commento