L'86% dei canadesi afferma che il datore di lavoro responsabile per la salute mentale
Salute

L'86% dei canadesi afferma che il datore di lavoro responsabile per la salute mentale

I dipendenti pensano che il loro posto di lavoro dovrebbe rivendicare più responsabilità per la salute fisica e mentale, secondo un recente sondaggio. Il sondaggio, condotto da Sun Life Financial, ha rilevato che i canadesi tengono i loro datori di lavoro responsabili della salute fisica e mentale dei dipendenti.

Per misurare come i canadesi provavano le pratiche di stile di vita sano, è stato utilizzato l'indice di salute canadese Sun Life. L'Indice ha rivelato che più di 4 partecipanti al sondaggio su 5 ritengono che il proprio datore di lavoro debba sostenere la salute fisica ed emotiva di tutti i dipendenti sul posto di lavoro. I risultati sono stati così drammatici e potrebbero finire per avviare cambiamenti nei pacchetti di benefit offerti ai dipendenti.

Il presidente di Sun Life Financial Canada, Kevin Dougherty, è stato "abbastanza sorpreso" dai risultati del sondaggio. In passato, le opinioni dei dipendenti sulla responsabilità aziendale per problemi come la salute fisica e mentale non erano note. Secondo i risultati del sondaggio, le aspettative per l'assistenza sanitaria non vengono soddisfatte sul posto di lavoro. Dougherty ha dichiarato: "È un numero sorprendente e penso che i datori di lavoro saranno sorpresi nel vedere che è così alto e [rappresenta] un'aspettativa così forte."

Le esigenze di salute dei dipendenti sono importanti per il mantenimento della relazione datore di lavoro-dipendente, quindi i risultati del sondaggio suggeriscono che i datori di lavoro non possono più vedere tali questioni sono opzionali. Secondo il sondaggio, l'84% pensa che il proprio datore di lavoro sia responsabile del sostegno alla salute fisica e l'86% pensa che i datori di lavoro dovrebbero sostenere la salute psicologica.

I risultati sembrano variare tra i gruppi di età. Il gruppo Gen Y (di età compresa tra i 18 ei 30 anni) si è sentito più forte riguardo alla responsabilità dei datori di lavoro per la loro salute. Il 38% del gruppo Gen Y colloca la propria salute fisica nelle mani dei propri datori di lavoro e il 37% ritiene che il proprio datore di lavoro sia responsabile della propria salute mentale.

Il gruppo Gen Y ritiene inoltre che esista una forte relazione tra produttività e Salute. I risultati del sondaggio hanno mostrato che il 47% del gruppo Gen Y ritiene che la loro salute abbia un impatto negativo sulla produttività lavorativa, mentre il gruppo tardivo dei boomer (da 48 a 57 anni) era al 30% e i primi boomers (da 58 a 66 anni) erano solo al 26 percento. Tuttavia, il risultato finale mostrava ancora che più di un terzo degli intervistati ha dichiarato che la loro produttività è stata influenzata negativamente negli ultimi sei mesi da problemi di salute fisica o mentale.

L'indagine chiarisce che le nuove generazioni collegano il loro benessere essere (sia emotivo che fisico) alla loro capacità di lavorare in modo produttivo. I datori di lavoro dovrebbero tenerne conto quando stanno creando pacchetti di benefici per la salute per assicurarsi che stiano offrendo il supporto necessario alla prossima generazione di lavoratori. Dougherty ha concluso, "Trascorriamo molto tempo al lavoro ed è un posto naturale dove avere cose come cliniche per l'influenza, cliniche per diabetici e counseling."

Fonte:
//business.financialpost.com/news/ fp-street / a-call-to-action-da-sole-life-indagine-on-datori di lavoro-responsabilità-per-mentale-e-fisico-sanitario

Grumi in gola (sensazione di globus) segnali di pericolo, cause e trattamento
Dolore addominale inferiore nelle donne: cause e trattamenti

Lascia Il Tuo Commento