5 Modi insoliti (ma incredibilmente facili) per proteggere la salute del cervello
Organi

5 Modi insoliti (ma incredibilmente facili) per proteggere la salute del cervello

Che differenza, guardando come il mio vecchio i pazienti trattano la loro salute del cervello rispetto a come fanno i miei pazienti più giovani.

Un appuntamento saltato, confusione su come prendere una prescrizione, o un'istruzione dimenticata dalla nostra ultima visita manda i miei pazienti più anziani in un giro di panico nervoso, imbarazzo, atteggiamento difensivo, una serie di scuse e parecchie assicurazioni che tali ricordi "molto insoliti" si ripetono "non accadono mai" su una base normale.

I miei pazienti più giovani, d'altra parte, semplicemente scrollano le spalle - "oops, scusa Doc. Dimenticavo. "

Tutto ciò è molto comprensibile; qualsiasi segno di declino cognitivo o perdita di memoria porta alla mente qualcosa che la maggior parte di noi temono essere accusato di - Invecchiamento. E con il numero di persone diagnosticate con demenza - la cui causa e cura sono ancora sconosciute - in rapida crescita in tutto il mondo, non c'è da meravigliarsi che la maggior parte delle persone di più di 50 anni sono solo un po 'suscettibili sull'argomento. Le nostre menti sono la sede di tutte le nostre esperienze, le nostre capacità, i nostri cari ricordi, le nostre relazioni, il nostro benessere, il nostro senso di ciò che siamo e ciò che il mondo ci circonda. Mentre il nostro aspetto fisico e le nostre abilità cominciano a cambiare man mano che invecchiamo, la mente è l'ancora che ci tiene nelle nostre vite. Così diventiamo - come dovremmo diventare - difensivi. Ascolto quanti dei miei pazienti anziani si difendono dal declino della loro salute cerebrale, riportando con orgoglio come completano con successo le parole crociate del giornale puzzle ogni mattina, come ascoltano la musica classica, come si impegnano in giochi di memoria quotidiani e scatole di Sudoku, tutto nello spirito di mantenere il cervello agile e attivo mentre invecchiano. E applaudo tutti questi sforzi - certamente, sono tutte buone tecniche di tonificazione del cervello che sono raccomandate per mantenere la salute del cervello.

Ma la ricerca più recente ha scoperto che questi esercizi tradizionali del cervello possono ancora mancare il marchio quando si tratta di mantenere la piena capacità mentale, trascurando una comprensione molto più ampia dei molti modi in cui funzionano davvero la capacità cognitiva, la funzione e la memoria.

Sulla base delle ultime scoperte e scoperte nelle scienze del cervello, voglio condividere alcune dimostrazioni cliniche - ma forse un po ' meno tradizionale: consigli, tecniche e pratiche per mantenere la mente acuta, attiva, sana e felice mentre invecchi. Gli anni d'oro sono chiamati per un motivo, dopotutto - non lasciarti sfuggire un solo istante.

5 Consigli consigliati dal medico per aumentare la salute del cervello e proteggersi dal declino cognitivo

1. Backup del sistema

Quando invecchiamo, possono accadere diverse cose che interferiscono con il modo in cui pensiamo, ricordiamo e funzioniamo mentalmente. Alcuni tessuti cerebrali iniziano a ridursi, alcune cellule cerebrali muoiono, i neurotrasmettitori potrebbero non funzionare altrettanto bene e le placche proteiche potrebbero depositarsi sul cervello, interferendo con il funzionamento. Diventiamo anche più inclini a carenze nutrizionali o interazioni farmacologiche negative. Per alcune persone, un ulteriore deterioramento del cervello provoca lo sviluppo di demenza o malattia di Alzheimer. Gli scienziati ancora non sanno esattamente perché si verifica il declino cognitivo o come curarlo. Ma, di recente,
hanno iniziato a prestare particolare attenzione ai gruppi di anziani che sono riusciti a mantenere il normale funzionamento mentale e la memoria - anche quando le loro scansioni del cervello hanno rivelato segni fisici pronunciati del morbo di Alzheimer! Un nuovo termine è stato coniato per come queste persone sembrano proteggersi, nota come "riserva cognitiva". Secondo Gary Small, MD, professore di psichiatria e direttore del Centro Longevity dell'UCLA, la riserva cognitiva è come "avere un extra batteria mentale, "che permette alle persone di compensare la perdita di funzionamento correlata all'età o alla malattia con altre connessioni protette nel cervello.

Come costruiamo la nostra riserva cognitiva?

Uscendo dalla nostra norma e imparare cose nuove . Nuove fonti di stimolazione e varie e uniche forme di esperienza sono la chiave per costruire riserve cognitive, creare nuovi canali forti nel cervello e fortificare quelli vecchi. Puzzle cruciverba, scatole di sudoku e giochi di memoria tradizionali sono tutti buoni e buoni, ma non sono abbastanza. Devi anche cercare continuamente nuovi modi per sfidare i tuoi muscoli mentali, imparando cose nuove, nuove abilità e anche solo imparando nuovi modi di fare ciò che hai sempre fatto. Quindi compensa l'inevitabile contrazione del cervello facendo certo che il tuo cervello continua a crescere. Esci dalla tua normale scatola prendendo un nuovo corso; puoi consultare un college locale per trarre vantaggio da nuove esperienze sociali, oppure puoi scegliere tra una vasta gamma di corsi online gratuiti da Coursera o iTunesU. Fai un viaggio in un posto nuovo. Fai le cose che ami, ma prova anche ad affrontare nuove abilità e hobby che potresti aver evitato in passato, perché non ti sono mai venuti facilmente. Prendi un altro percorso per il negozio di alimentari. Pratica a mangiare e scrivere con la tua mano non dominante. Queste sfide possono essere un po 'spaventose all'inizio, ma aggiungeranno anche eccitazione e spezia alla tua vita, e ti permetteranno di sentire nuove fonti di realizzazione e autostima mentre continuerai a realizzare che puoi fare molto più di quanto tu non abbia mai sognato che sei stato capace di

2. Vita più piccola, cervello più grande
Che cosa ha a che fare la cintura con il cervello? Secondo uno studio del 2011 pubblicato sulla rivista
Neurologia , le persone con rapporti vita-fianchi più alti hanno mostrato una diminuzione più rapida del volume del cervello ed erano più esposte a lesioni vascolari e lesioni nel cervello. Inoltre, le persone obese di mezza età avevano maggiori probabilità di mostrare un declino cognitivo nelle funzioni esecutive come il processo decisionale e la pianificazione, dieci anni dopo. Questo studio va di pari passo con un altro corpo di ricerca in crescita, mostrando in che modo l'esercizio fisico può rallentare in modo significativo il declino cognitivo. Gli adulti più anziani che erano regolarmente attivi mostravano tassi più lievi di declino cognitivo, mentre persino gli anziani più sedentari che cominciavano ad allenarsi più tardi nella vita erano in grado di rallentare significativamente il tasso di declino mentale precedente che stavano vivendo. Anche solo 20 minuti al giorno di esercizio fisico possono stimolare la crescita del cervello e migliorare le tue capacità di ragionamento, pensiero chiaro, processo decisionale, pianificazione e memoria.

3. Stop e annusare le rose

Il nostro senso dell'olfatto è associato al primo nervo cranico, e questa è una delle prime aree ad essere negativamente influenzata dall'invecchiamento e dal declino cognitivo. Allo stesso modo, nei malati di Alzheimer, una delle prime aree del cervello a mostrare danni è il lobo temporale, che è coinvolto sia nell'odore che nella formazione di nuovi ricordi.
Mentre molti di noi non tendono a contare consapevolmente sul nostro senso dell'olfatto così pesantemente come facciamo con gli altri sensi, il nostro senso dell'olfatto è strettamente connesso alle nostre funzioni mentali. Il centro dell'olfatto del nostro cervello è intimamente collegato al sistema limbico del cervello, all'amigdala, all'ippocampo e alla corteccia prefrontale, che sono responsabili della memoria, dell'emozione, dell'apprendimento, del pensiero e del ragionamento. Il nostro senso dell'olfatto si intreccia in tutte le nostre esperienze di apprendimento e funge da innesco di memoria molto potente e utile che è spesso dato per scontato. Uno studio riportato in

Harvard Health Publications ha dimostrato che le persone hanno dimostrato un migliore ricordo di un'immagine quando l'hanno vista in combinazione con un profumo - hanno ricordato queste immagini meglio anche quando il profumo non era più presente. Più sensi utilizzi durante un'esperienza di apprendimento, più parti del tuo cervello saranno attivate, il che porta anche a una maggiore formazione di memoria. Esercitati a esaminare oggetti ed esperienze prendendo nota di ciò che ognuno dei tuoi sensi sta rilevando. E sfida regolarmente tutti i tuoi sensi. Cerca di usare il tuo olfatto per identificare gli ingredienti in un nuovo piatto prima di assaggiarlo. Chiudi gli occhi e pratica gli oggetti identificativi solo in base a come si sentono. Ascolta un brano musicale e cerca di identificare quali strumenti stai ascoltando. I tuoi sensi sono profondamente collegati al tuo funzionamento mentale e potrebbe essere il caso di "usarlo o perderlo".

4. Prendi uno stiramento più lungo di sonno

La maggior parte di noi sa già che tipo di differenza può avere una buona notte di riposo per quanto è chiaro il pensiero che proviamo al mattino. Tuttavia, nuovi studi dimostrano che una buona notte di sonno potrebbe effettivamente fare la differenza tra un cervello che appare normale e sano e un cervello che mostra chiari biomarcatori del morbo di Alzheimer.
Mentre studi precedenti avevano già stabilito un legame tra il sonno povero e deterioramento cognitivo negli adulti più anziani, un recente studio pubblicato su

JAMA Neurology potrebbe aver stabilito il motivo: gli anziani che hanno riportato un sonno più breve e una qualità del sonno peggiore hanno mostrato livelli più elevati di placca beta-amiloide nel loro cervello, una sostanza che si deposita tra le cellule cerebrali e impedisce il loro funzionamento. I cervelli delle persone con malattia di Alzheimer sono caratterizzati da alti livelli di questi depositi di placche beta-amiloide. Ciò può far apparire un po 'di paura, poiché più della metà degli uomini e delle donne di età superiore ai 65 anni lamentano problemi di sonno. Ma ci sono molte strategie che puoi usare per migliorare la tua qualità del sonno, non importa quanti anni hai. Astenersi dal bere bevande contenenti caffeina o alcolici tre ore prima di andare a dormire. Trova qualcosa che ti rilassi - come un bagno caldo, leggere, dondolare su una sedia a dondolo, meditare, ecc. - e renderlo parte del tuo rituale di andare a dormire ogni sera. Incenso leggero o candele di sera che emanano profumi rilassanti come lavanda, camomilla, gelsomino, rosa o vaniglia. Se durante la notte dormi male, ma fai molti / lunghi sonnellini durante il giorno, prova ad accorciare il pisolino durante il giorno, o astieniti dal fare un pisolino tutti insieme, e vedi se questo migliora quanto a lungo e quanto profondamente dormi nella notte.

5. Apprendi la corretta igiene del cervello

Una nuova ricerca sta dimostrando che la salute del cervello non è solo qualcosa che hai: è un intero stile di vita che devi mantenere. Stiamo scoprendo sconcertanti connessioni tra il declino cognitivo e cose che la maggior parte della gente credeva non avesse nulla a che fare con il cervello.
L'Università della Florida ha trovato una chiara associazione tra scarsa igiene dentale, malattie gengivali e batteri orali con degenerazione del tessuto cerebrale e malattia di Alzheimer. Ricercatori olandesi hanno recentemente scoperto che i fumatori pesanti avevano una funzione cognitiva più bassa e una memoria più debole rispetto a quelli leggeri e non fumatori. Uno studio ha scoperto che le persone con ipertensione avevano maggiori probabilità di avere piccole aree di danno cerebrale vascolare e punteggi più bassi nei test di ragionamento, mentre le persone con il più alto rischio di malattie cardiache presentavano un peggioramento del 50% nei test cognitivi rispetto alle persone sane. Il diabete è risultato essere un determinante molto forte della funzione cognitiva di qualcuno - Charles DeCarli, MD, presso l'Università della California, ha scoperto che "le persone con diabete nella mezza età hanno perso volume nell'ippocampo ad un ritmo più veloce di quelli senza diabete".

A Brain Healthy Lifestyle

Tutti questi studi e fatti possono sembrare scoraggianti e spaventosi per te. Ovviamente, il cervello è un organo prezioso e fragile, e quasi tutto quello che fai al tuo corpo, messo nei tuoi corpi o esporre i tuoi corpi avrà un grande impatto su di esso.

Io, d'altra parte, trovo questi studi per essere profondamente calmante e rassicurante. Poiché, mentre sappiamo già che alcuni dei nostri rischi per il declino cognitivo e lo sviluppo della demenza sono determinati dai nostri geni, tutte queste ricerche ci mostrano che una parte più ampia del nostro destino è nelle nostre mani. Eccesso di cibo, una dieta ricca di grassi e zucchero, fumo, non esercizio fisico, non dormire abbastanza, trascurare l'igiene orale - queste sono tutte le scelte di vita che facciamo nella nostra vita. Sono anche scelte che possiamo ripensare, cambiare

e versare per scelte di stile di vita positive, come: Scegli una dieta a basso contenuto di grassi saturi, zucchero e ingredienti artificiali

  • Scegli una dieta che mostri frutta e verdura ricca di antiossidanti, cereali integrali ricchi di fibre, pesce d'acqua fredda, noci e semi ricchi di grassi sani e prodotti caseari non zuccherati
  • Esegui almeno trenta minuti di esercizio al giorno
  • Astenersi dal fumare
  • Spazzolare e usare il filo interdentale i denti dopo ogni pasto e visitare il proprio dentista almeno due volte l'anno
  • Sfida la tua mente e il tuo corpo imparando cose nuove, provare nuove abilità e incontrare nuove persone
  • Dormire per non meno di 7 ore per notte
  • Utilizzare tutti e cinque i sensi per apprezzare il mondo intorno a te
  • Quando si tratta di nutrire un cervello sano, non è mai troppo presto - e mai troppo tardi - per iniziare a coltivarlo verso il suo più alto potenziale.
Non riesci a dormire? Potrebbe essere a causa di questa
Segni che soffri di vene varicose

Lascia Il Tuo Commento